Incontri alla Libreria Friuli

30 Novembre 2017

UDINE. Sabato 2 dicembre alle 11, nella Libreria Friuli di Udine, ci sarà la presentazione del Calendario Ginergico dedicato alle donne artiste di Emiliana Losma. Il Calendario è stato creato con l’obiettivo di ampliare e diversificare la conoscenza della presenza e dell’azione delle donne in campo artistico attraverso un semplice strumento di uso quotidiano. Quando pensiamo al mondo dell’arte (pittura, scultura, design, illustrazione…), infatti, molto difficilmente vengono in mente donne. Magari una, forse qualcuna di più. Probabilmente avremmo difficoltà a elencarne più di una decina. Inoltre con la fin troppo abusata locuzione “arte al femminile” si falsifica la presenza delle donne nella storia dell’arte, creando un gruppo irreale.

Il Calendario è stato creato appunto per mostrare quante donne artiste sono esistite e quanto le produzioni siano differenti tra loro. 366 giorni, 366 artiste, 366 opere. Un’artista al giorno presentata attraverso una sua opera. Più di quaranta nazionalità per mostrare che le artiste hanno abitato ogni latitudine. Al centro del Calendario Ginergico sta l’energia femminile, la ginergia appunto. Ginergia intesa come strumento di ispirazione e fonte di ‘impoteramento’. Il Calendario Ginergico dedicato alle artiste vuole aiutare le donne a richiamare/reclamare il proprio Genio Artistico per inventare nuovi modi di praticare Sorellanza Ispiratrice, Libertà e Coraggio Creativo.

Sempre sabato, ma alle 18, ci sarà la presentazione del romanzo Malatesta di Lanfranco Schuhmann con Francesca Bettiol. Crescere non significa necessariamente diventare grandi. Crescere può anche voler dire guardare in alto, ma porsi, al tempo stesso, delle domande sul perché del tutto – pur buttandosi a capofitto nel gioco della vita. E il mettere in discussione tutte le certezze che via via accumuliamo, anche se il prezzo da pagare è alto, fa parte di questo gioco.

Ruggero Malatesta è un ricercatore di se stesso. Uomo di marketing con mille progetti in mente, si ritrova d’un tratto a fronteggiare l’utilità ultima di questi suoi progetti, come in un continuo, crescente dialogo filosofico con la propria anima che alla fine lo porterà a riflettere sui veri valori dell’esistenza, della società, delle relazioni interpersonali. A far da contrappunto a queste considerazioni così profonde c’è Nina, un uragano di energia pura e pulita che affronta la vita sempre di corsa perché di tempo ce n’è poco. Nina entra in punta di piedi nella vita di Ruggero, per poi regalargli – e regalarsi – una relazione in cui c’è spazio un po’ per tutto: amore, sogni, illusioni e disillusioni. Intorno alla storia tra Ruggero e Nina ruota tutta una serie di personaggi che entrano ed escono di scena, lasciando sempre dietro di sé una miriade di motivi per sorridere sulle piccolezze – quando non bassezze – della condizione umana.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!