In un libro il design (e non solo) dei Fratelli Castiglioni

27 Febbraio 2019

PORDENONE. Verrà presentato venerdì primo marzo alle 18 a Palazzo Montereale il volume ”Il design dei Castiglioni – Ricerca Sperimentazione Metodo” (Corraini Edizioni) realizzato in occasione dell’omonima mostra in corso in Galleria Harry Bertoia, promossa da Unindustria Pordenone, Comune di Porenone e Fondazione Achille Castiglioni. Curatore della mostra e del volume è Dario Scodeller, storico del design e docente coordinatore del corso di laurea in Design del prodotto industriale dell’Università di Ferrara.

Oltre al professore saranno presenti gli altri autori e autrici dei saggi inediti realizzati per il volume, con la moderazione di Maddalena Dalla Mura, docente e ricercatrice di storia e scienza del design: Alessandra Acocella, Alberto Bassi, Elena Brigi, Fiorella Bulegato, Daniele Vincenzi, che si sono soffermati su numerosi temi spaziando dai primi esperimenti alla creazione di progetti innovativi e oggetti divenuti icone del design. Tra le pagine, ricche di immagini d’archivio, vengono raccontati il ruolo dello Studio Castiglioni nella cultura del design, gli allestimenti per la Rai alla Fiera di Milano, il rapporto con l’imprenditoria ma anche con le avanguardie artistiche, l’importanza del “design anonimo” per la prassi progettuale.

Un’immagine tratta dal libro

Non mancano i contributi personali di Piero, figlio di Livio, Giorgina, figlia di Pier Giacomo e Carlo, figlio di Achille, che gettano una luce familiare sui fratelli Castiglioni, raccontandone la quotidianità e sottolineando l’approccio giocoso e ironico che li accomunava. Quello che legò i tre fratelli – Livio, Pier Giacomo e Achille – fu infatti un rapporto unico e originale nel panorama mondiale del design e ha dato vita a progetti e oggetti divenuti iconici nel tempo, ridefinendo le modalità di pensare, sperimentare e concepire l’arte del design. La forma collaborativa che lo studio ha avuto fin dalle sue origini e la capacità di operare unitariamente, attraverso una continua sintesi di idee e posizioni, hanno fatto dei fratelli Castiglioni un unicum nel panorama del design italiano, in cui le professionalità e l’inventiva di ciascuno si sono fuse rendendo quasi impossibile identificare l’apporto dei singoli.

Sono descritti nel libro il ruolo dello Studio Castiglioni all’interno del panorama del design, le loro attività ma anche i loro rapporti con il mondo dell’imprenditoria – un rapporto collaborativo che ha spesso indicato alle aziende nuove direzioni da intraprendere nel campo della produzione – e le avanguardie artistiche. I testi hanno la traduzione in lingua inglese a fianco. Il volume, infatti, vuole essere un supporto alla didattica, ma anche un racconto appassionato e appassionante per i neofiti del design, un veicolo per avvicinare all’argomento un pubblico più ampio mediante l’originalità e la metodologia dei fratelli Castiglioni, fornendo al lettore un contributo all’approfondimento e alla ricerca su quel nuovo modo di pensare gli oggetti che ha reso unica la via italiana alla modernità.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!