In sala il film sta per partire Raggiungete il divano…

25 Maggio 2020

Martedì 26 maggio si accendono le luci di #iorestoinSALA, il nuovo circuito nazionale di sale di qualità del web, cui aderiscono anche Cinemazero di Pordenone, il Visionario e il Cinema Centrale di Udine, l’Ariston di Trieste, il Sociale di Gemona, il Cinecity di Lignano: un progetto partecipato, dove il cinema non si trasferisce sulla rete, ma dove la rete diventa il cinema. Anzi: diventa la sala. Quella del 26 maggio è, dunque, una data storica per tutta la catena dell’esercizio italiano e regionale. Un passo epocale che ha due obiettivi: portare avanti lo storico legame tra i cinema e i propri spettatori, interrotto da oltre due mesi, e superare l’antinomia atavica tra le sale e il web.

Ad inaugurare questo nuovo circuito, che comprende più di 70 cinema in tutta Italia e vanta la collaborazione del maggiore sito di cinema italiano, MYmovies.it, e di un nutrito gruppo di case di distribuzione, tra cui anche la friulana Tucker Film, sarà Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, (distribuito da Vision) vincitore dell’Orso d’Argento alla sceneggiatura alla 70esima Berlinale. La proiezione è in programma alle 20.30 e sarà preceduta, alle 20, da un incontro speciale con i registi, che saranno intervistati per l’occasione dal critico cinematografico Paolo Mereghetti.

Favolacce è una storia dark, una favola nera ambientata in una calda estate in un quartiere periferico di Roma. Una piccola comunità di famiglie, i loro figli adolescenti, la scuola. Un mondo apparentemente normale dove silente cova il sadismo sottile dei padri, impercettibile ma inesorabile, la passività delle madri, l’indifferenza colpevole degli adulti. Un mondo dove i bambini “non ci stanno” e si ribellano… Come il loro lavoro d’esordio, anche Favolacce racconta la periferia del nostro paese, una realtà da cui i fratelli D’Innocenzo provengono: “Veniamo dalla periferia e ci riteniamo privilegiati a essere nati lì – racconta Fabio -, perché siamo cresciuti prima, ed è un bene perché le nuove generazioni crescono molto lentamente, almeno in Italia”. Ma i temi del film non si vincolano alla realtà in cui si muove la storia: “Il film è universale – continua Fabio -, le tematiche sono universali, e il contesto richiama la suburbia americana e un immaginario molto più ampio”.

Prevendita biglietti attiva (prezzo € 7,90) sui siti dei rispettivi cinema:
– www.visionario.movie
– www.cinemazero.it
– www.cinetecadelfriuli.org/cinema_sociale
– www.cinecitylignano.it
– www.lacappellaunderground.org/cinema-ariston

Lo spettatore riceverà un codice che corrisponde al suo posto assegnato nella sala virtuale, grazie a un particolare accordo con MyMovies.

I prossimi eventi di #iorestoinSALA: giovedì 28 maggio: Cristina Comencini e Cristiana Mainardi con Gianni Canova introducono lo streaming del film Tornare (dalle ore 20); venerdì 29 maggio: Lorenzo Mattotti e Antonio Albanese, con Gian Luca Farinelli introducono il film La famosa invasione degli orsi in Sicilia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!