In cima anche a costo della vita (I guardiani del Nanga)

22 Febbraio 2021

Nicola Ciaffoni

TOLMEZZO. Albert Mummery, Willy Merkl, Günther Messner, Josè Antonio Delgado, Karl Unterkircher, Tomasz Mackiewicz e Daniele Nardi sono i sette protagonisti de I guardiani del Nanga, spettacolo scritto da Gioia Battista, interpretato da Nicola Ciaffoni e diretto da Stefano Scherini per MitMacherTeatro che andrà in onda giovedì 25 febbraio alle 21 dal Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo sulle pagine Facebook e YouTube ERTFVG per Circuito Aperto, il ciclo di spettacoli gratuiti presentati in streaming dal Circuito Ert.

La data della messa in onda non è casuale perché il 25 febbraio 2019 Daniele Nardi e Tom Ballard perdevano la vita nel tentativo di salire il Nanga Parbat attraverso lo sperone Mummery. Dal 1895, data del primo tentativo documentato di salita, il Nanga ha collezionato vite e storie straordinarie. Con i suoi 8.126 metri è la nona cima più alta della terra, ma rimane tragicamente in terza posizione come numero assoluto di morti ed è seconda solo all’Annapurna come indice di mortalità.

I Guardiani del Nanga raccontati da Gioia Battista sono sette uomini che hanno sfidato i propri limiti, senza arrendersi, fino alle conseguenze più estreme. Nicola Ciaffoni sul palco racconta le loro storie, le loro passioni e i loro tormenti. L’attore veronese veste anche i panni di uno sherpa pakistano, una sorta di fool shakespeariano che ha il compito, attraverso l’ironia, di svelare i temi più profondi dello spettacolo: la rincorsa dei propri sogni e la volontà di superare i propri limiti “con mezzi leali”. Perché, per dirla con uno dei protagonisti, Josè Antonio Delgado, “la cosa migliore da fare con la morte è approfittare della vita”.

La programmazione di Circuito Aperto proseguirà nelle prossime settimane con altre proposte che terranno compagnia al pubblico in attesa della riapertura dei teatri e permetteranno ad artisti e tecnici di calcare nuovamente le assi di un palcoscenico. Tutte le puntate, dopo la messa in onda, saranno disponibili sui canali Facebook e YouTube ERT FVG: https://www.facebook.com/ERTFVG | https://bit.ly/ERTFVGYouTube

Maggiori informazioni sul sito www.ertfvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!