In 219 per 28 Diapason d’oro Uno è per Giorgio Lovato

30 Aprile 2019

Giorgio Lovato

PORDENONE. Conto alla rovescia in attesa della quinta edizione del Diapason d’oro, il concorso internazionale per giovani musicisti che festeggia quest’anno il primo lustro di attività. La rassegna, promossa dall’associazione Farandola, si svolge a Pordenone dal 3 al 5 maggio nel Seminario Diocesano, immerso in un parco verde dove la natura incontra la bellezza della musica. Numerosa, come sempre, l’affluenza di giovani musicisti da tutta Italia, Albania, Cina, Croazia, Serbia, Slovenia, Ucraina, e Ungheria. Nei tre giorni di audizioni sfileranno davanti alle commissioni, formate da 21 professionisti, docenti di Conservatorio e musicisti di chiara fama, ben 219 concorrenti, divisi nelle sezioni Arpa, Archi, Chitarra, Fiati, Pianoforte, Musica da camera, Ensemble. Debutta da quest’anno la Fisarmonica, uno strumento che accanto alle sue radici popolari è sempre più presente nelle sale da concerto, insegnato nelle aule dei Conservatori, amato e utilizzato anche dai musicisti jazz.

Il montepremi del Concorso oltre all’assegnazione di 28 Diapason d’oro, mette in palio 4.000 euro e concerti premio per i vincitori delle categorie C e D. In occasione del 5° anniversario viene istituito inoltre il “Diapason d’oro per la didattica” destinato a musicisti che si sono distinti per il loro impegno e per i risultati ottenuti nella loro lunga attività pedagogica. Il riconoscimento viene assegnato al maestro Giorgio Lovato, di Oderzo (Treviso), 72 anni, pianista, già docente di pianoforte principale al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, titolare di corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, alla cui scuola si sono formate due generazioni di giovani pianisti, molti dei quali avviati a una brillante attività concertistica.

La cerimonia di premiazione dei vincitori dei Diapason d’oro si svolgerà domenica 5 maggio alle 18 all’Auditorium Concordia di Pordenone nell’ambito del Pordenone Music Festival, alla presenza delle autorità e del direttore artistico del Concorso, Filippo Michelangeli.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!