Importante opera di Boille in dono e mostra prorogata

27 Settembre 2016

PORDENONE. La donazione di un’importante opera di Luigi Boille – Source des Signes 1960 – da parte dell’Archivio Luigi Boille di Roma al Comune di Pordenone, avvenuta contestualmente a un incontro dedicato al catalogo realizzato per la mostra durante Pordenonelegge, ha riacceso i fari sulla retrospettiva dedicata al grande maestro dell’informale di origini pordenonesi.

Nelle foto di Angelo Simonella, da sinistra l’assessore alla cultura Pietro Tropeano, Emanuela e Nicole Boille, la curatrice Silvia Pegoraro.

Nelle foto di Angelo Simonella, da sinistra l’assessore alla cultura Pietro Tropeano, Emanuela e Nicole Boille, la curatrice Silvia Pegoraro.

Visto il gradimento della stessa e della mostra di Claudio Guerra “Lunalano Notturno” allestita sempre negli spazi della Galleria Pizzinato, è stato deciso il prolungamento di entrambe fino al 30 ottobre. Una donazione, avvenuta in presenza di Nicole ed Emanuela Boille (consorte e figlia dell’artista deceduto più di un anno fa), particolarmente preziosa in quanto l’opera rappresenta una fase storica importante della pittura dell’artista, nella quale il segno si fa generatore di spazio accompagnandosi a una particolare vibrazione cromatica che apre la prospettiva di una terza dimensione, e dunque costituisce un significativo arricchimento del patrimonio artistico e culturale del Comune di Pordenone. La Galleria Pizzinato (con un unico biglietto di 3 euro si visitano entrambe le mostre) sarà dunque aperta fino al 30 ottobre con gli orari consueti: da mercoledì a domenica dalle 15.00 alle 19.00.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!