Importante contributo del Malignani al Salone Didacta

19 Dicembre 2018

UDINE. L’Isis Arturo Malignani di Udine offre da sempre ai suoi studenti un’educazione di eccellenza, ma non tutti sanno che anche ai docenti vengono offerte importanti occasioni di coinvolgimento nelle proposte educative più all’avanguardia. A riprova del lavoro innovativo che l’Istituto sta conducendo, diversi gruppi di lavoro hanno presentato i risultati delle loro ricerche negli ultimi mesi al Salone della Didattica e dell’Innovazione, che si è tenuto a Firenze. Ricordiamo che Fiera Didacta Italia è il più importante evento nazionale dedicato all’istruzione e alla formazione, inserito dal Miur nel piano pluriennale di formazione dei docenti e coordinato dall’ente di ricerca Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa).

In particolare il gruppo del Coding Educativo, coordinato dal Malignani insieme alla Regione Toscana a favore del Polo Tecnico Professionale della Toscana, è stato incaricato di disseminare gli esiti della sperimentazione attuata su pensiero computazionale e coding, al centro di un’esperienza didattica realizzata nell’ultimo anno. La metodologia dell’apprendimento collaborativo è un rivoluzionario metodo di insegnamento già proposto con Avanguardie Educative e su cui si sono espressi importanti relatori internazionali del calibro di Gert Biesta della Brunel University London. Per l’Istituto Malignani è stata un’esperienza significativa che il palcoscenico di Didacta ha permesso di condividere. Obiettivo: coinvolgere il maggior numero possibile di docenti nell’erogazione di un’educazione d’avanguardia.

Un altro momento importante è stata la presentazione dei risultati del progetto Mltv, del quale il gruppo dei docenti del Malignani è ufficialmente formatore. Il progetto, guidato dalla Harvard Graduate School of Education, titolare del progetto Harvard Project Zero, con Indire, è composto da due framework pedagogici: “Making Learning Visible” (Mlv) e ” Visible Thinking” (Vt). In questo percorso educativo lo studente è posto al centro del processo di apprendimenti e ne diventa il protagonista. Dopo Didacta i docenti del Malignani che portano avanti il progetto Mltv hanno partecipato, insieme a oltre 600 insegnanti provenienti da 27 diversi Paesi, al convegno internazionale “Understanding for a complex world”, organizzato da Harvard Project Zero a Pamplona, in Spagna.

Infine era presente anche l’Istituto Tecnico Superiore Malignani che ha dato un contributo al convegno “La formazione terziaria professionalizzante in Italia. A che punto siamo?”. Afferma la prof.ssa Ester Iannis, direttrice del Mits: «Gli Istituti Tecnici Superiori sono un canale formativo che sta producendo risultati tangibili anche in Friuli Venezia Giulia. Le figure professionali richieste dalle aziende cambiano rapidamente e anticiparle pone molte sfide al Sistema Istruzione. Noi cerchiamo di farlo mettendo in campo diversi strumenti di innovazione didattica come, ad esempio, il Design Thinking. Lo stato dell’arte nella formazione professionale mette in luce che le qualità del tecnico sono imprescindibili, ma altrettanto necessarie oggi sono le softskill, cioè quelle competenze sociali che permettono di dare un contributo all’industria attraverso un atteggiamento autonomo, creativo e propenso ad accettare le sfide».

Il Dirigente Scolastico Andrea Carletti ha commentato la partecipazione della sua scuola a Didacta con queste parole: «Le eccellenze educative si sono incontrate al Salone Didacta. L’Isis Arturo Malignani di Udine ha avuto un ruolo importante di testimonianza che comprende l’approfondimento di temi quali il Coding Educativo e il metodo didattico mirato a rendere autonomie consapevoli gli studenti nell’apprendimento e nella scelta orientativa. È un lavoro innovativo partito già nel 2014 del quale oggi i partecipanti ai diversi convegni e workshop hanno potuto godere».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!