Il venerdì di GEOgrafie Fest

3 Ottobre 2019

Franco Farinelli

MONFALCONE. Un lungo week end, da venerdì 4 a domenica 6 ottobre, per leggere la terra e il nostro tempo con la 1^ edizione di GEOgrafie Festival a Monfalcone, un progetto promosso dal Comune con Fondazione Pordenonelegge e il supporto di Fincantieri.

Venerdì 4 ottobre, alle 21 nel Teatro comunale di Monfalcone, è atteso l’intervento del noto geografo Franco Farinelli, presentato dal direttore artistico Gian Mario Villalta: sarà la chiave utile a investigare la “geografia delle geografie”, per capire che – spiega Farinelli – “l’epoca moderna è terminata quando è iniziata la globalizzazione, ovvero quando la comunicazione e i computer hanno valicato i confini di tempo e spazio rappresentabili su una superficie piana. Lo spazio e il tempo moderni sono, in qualche modo, il prodotto della sostituzione del mondo con la carta geografica”.

Emilio Rigatti

Sempre venerdì, alle 19 in piazza della Repubblica, una vivacissima “geografia a pedali” sarà tracciata dallo scrittore Emilio Rigatti, in dialogo con Valentina Gasparet: il mondo visto dai pedali è una vera e propria filosofia. Emilio Rigatti ha lasciato per sempre l’auto e ora fa del viaggiare a pedali non solo un mezzo di trasporto, ma un modo per guardare alla vita. Ancora, nella giornata di venerdì spicca a GEOgrafie Festival, al Teatro Comunale, alle 9, l’anteprima del nuovo, atteso romanzo di Guido Sgardoli, lo scrittore Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019: “I grigi”, uscito questi giorni per De Agostini edizioni (335 pag. € 14,90) è un romanzo intrigante come Le creature del buio, e adrenalinico come Stranger things.

S

Guido Sgardoli

empre venerdì 4 ottobre riflettori, alle 10 al Muca – Museo della Cantieristica, sulla tavola rotonda delle “Geografie del mare”, relatori Giulio Mellinato e Giulio Ongaro, dell’Università Bicocca di Milano, con Dragan Umek dell’Università di Trieste. Modera il giornalista Diego D’Amelio. A partire da fenomeni locali come la nascita del cantiere di Monfalcone e l’evoluzione del vicino porto di Trieste, si indagheranno, con lo studio di cartografie antiche e moderne, le origini dell’Adriatico e le sue caratteristiche geopolitiche. Nel pomeriggio due novità editoriali: Italo Svevo edizioni, alle 16 in via Sant’Ambrogio presenta “Da qui a lì. Ponti, scorci e preludi” di Silvio Perrella che dialogherà con Giovanna Frene. E a seguire, dalle 17, la presentazione del volume Beit edizioni “La Turchia, da Ataturk a Erodan”, di Gerhard Schweizer. Subito dopo ecco le “geografie in versi”, con lo slam organizzato da Lega Italiana Poetry.

L’ingresso agli incontri è libero. Info https://geografiemonfalcone.it/

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!