Il Rompiballe a Zoppola

3 Dicembre 2016

il-rompiballe-3_lightZOPPOLA. Max Pisu e Claudio Batta saranno i protagonisti di una originale versione de Il rompiballe, capolavoro di Francis Veber, uno dei più apprezzati commediografi francesi. Lo spettacolo andrà in scena domenica 4 dicembre alle 20.45 all’Auditorium Comunale di Zoppola, unico appuntamento all’interno del cartellone regionale dell’ERT. Sul palco, con Pisu e Batta, saliranno anche Claudio Moneta, Stefania Pepe, Roberta Petrozzi e Giorgio Verduci. La regia e l’adattamento sono di Marco Rampoldi che prosegue così il percorso di incrocio tra l’immediatezza comunicativa dei comici e i testi teatrali strutturati. Dopo la comicità british di Nudi e Crudi, l’assurdo di Ionesco, l’happening interattivo di Forbici e Follia (tutti ospiti del circuito ERT), si avventura nel territorio della “farsa moderna”, rivisitando uno dei testi più conosciuti del “Neil Simon francese”.

Per un killer che deve uccidere dalla finestra di una camera d’albergo l’uomo politico che sta per fare delle rivelazioni sconvolgenti, cosa ci può essere di meno opportuno che un fotografo “rompiballe” e con tendenze suicide nella stanza accanto? Soprattutto se le azioni maldestre del rompiballe fanno sì che le camere d’albergo vengano visitate continuamente da mogli esasperate, amanti aggressivi, cameriere impiccione, poliziotti maldestri, in un crescendo di divertimento.

Nel raffinatissimo contenitore scenico ideato dal tre volte premio Ubu (e scenografo degli ultimi capolavori di Luca Ronconi) Marco Rossi, Max Pisu riesce a dare alla maschera contemporanea del ‘cretino’, ma tenerissimo Pignon, carattere e risvolti assolutamente inaspettati, riuscendo come non mai ad utilizzare in prosa le caratteristiche di dolcezza e comicità spontanea che lo hanno fatto amare dal grande pubblico in cabaret. Il ‘killer’ Claudio Batta si dimostra attore a tutto tondo, creando una coppia comica molto affiatata, dove non è riconoscibile un ruolo di spalla, ma i due ‘contendenti’ si scambiano continuamente le parti di vittima e carnefice, con dinamiche da comiche del muto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!