Il Punk torna a Pordenone ‘Nebbiosa, come una città’

11 Novembre 2021

Michela Grena (Foto Veronica Croccia)

PORDENONE. In occasione del 32° anniversario della caduta del Muro di Berlino e del 46° della morte di Pasolini, sabato 13 novembre alle 21 per la rassegna ExConventoLive a Pordenone (nell’ex Convento di San Francesco in piazza della Motta), il giornalista e bassista friulano Davide Sciacchitano rende omaggio all’omonimo film mai realizzato dal poeta di Casarsa, presentando il concept album “Nebbiosa”. Supportato dai musicisti Michela Grena, Efrem Scacco, Alessandro Mansutti ed Emanuele Pertoldi, l’autore, vincitore del Premio Salvatore Quasimodo per i testi, accompagnerà il pubblico in una serata che si preannuncia occasione immersiva in una storia che conduce in un futuro possibile.

L’opera racconta in parole e musica, un esperimento di obsolescenza programmata dell’uomo in una città-laboratorio, le moderne fobie ed eterne psicosi dell’homo sapiens: l’utopia del super-uomo, inducendo l’ascoltatore a interrogarsi su cosa accadrà quando robotica, intelligenza artificiale e ingegneria genetica saranno messe al servizio della ricerca dell’immortalità e della felicità eterna. Saremo in grado di proteggere il nostro fragile pianeta e l’umanità stessa dai nostri nuovi poteri divini?

Undici brani, undici frammenti della storia di un’adolescente, la sedicenne Nebbiosa, che si muove nella città-fortezza di TreSeiZero, per portare in scena i tratti più contraddittori della società contemporanea. Il concept è un’opera originale, complessa per la sua struttura a più livelli, scritta e cantata in italiano; fonde trip-hop, house, drum’n’bass, post rock, Bach e Beatles, Aldous Huxley, Pink Floyd e Battiato, Byung-Chul Han, Harari, Thoreau, Mancuso, Ginsberg, Black Mirror e Truman Show, creando un’alchimia e un’intensità subito percepibili.

Condividi questo articolo!