Il Premio Rusticitas va alla fotografa Ulderica Da Pozzo

20 Novembre 2018

Ulderica Da Pozzo

UDINE. Va alla fotografa friulana Ulderica Da Pozzo, artista della memoria, la 9^ edizione del Premio Gilberto Pressacco Maqôr Rusticitas, come sempre promosso dall’Associazione Culturale don Gilberto Pressacco e ispirato ai valori che si compendiano nel termine ‘rusticitas’: semplicità, frugalità, onestà, schiettezza, coerenza, rifiuto dei compromessi. “Le sue fotografie – si legge nella motivazione – raccontano tante storie friulane e danno voce e identità a mondi altrimenti destinati all’anonimato, descrivendone l’irriducibile vitalità”. Lo ha annunciato a Udine Flavio Pressacco, presidente dell’Associazione, illustrando il programma della cerimonia di premiazione, in calendario venerdì 23 novembre nel Salone del Parlamento del Castello di Udine, dalle 17.30.

All’incontro stampa di presentazione sono intervenuti anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot e il presidente del Credito Cooperativo – Federazione Bcc del Friuli Venezia Giulia Luca Occhialini, che anche quest’anno conferma la sua partnership come realtà riferimento nel sistema di credito del territorio. Il Premio Rusticitas è strettamente legato alle ricerche dello studioso Gilberto Pressacco intorno al Cristianesimo aquileiese delle origini: nel termine “rusticitas” Gilberto aveva incluso un ventaglio di valori custoditi dal popolo friulano, che di anno in anno vengono individuati e premiati nei protagonisti della cultura, della letteratura, dell’attualità e dello spettacolo friulano.

Venerdì 23 novembre dalle 17.30 la cerimonia di premiazione che sarà introdotta da Flavio Pressacco e sarà condotta dal giornalista Michele Meloni, responsabile delle pagine Cultura del Messaggero Veneto. Momento clou sarà, come di consueto, la laudatio del vincitore, quest’anno a cura di Piero Colussi, presidente del Centro Culturale Pier Paolo Pasolini di Casarsa. Subito dopo sarà proposta la lezione magistrale della vincitrice, Ulderica Da Pozzo, artista affermata a livello internazionale, artefice di un archivio fotografico vastissimo a documentazione del territorio del Friuli Venezia Giulia, valorizzato nel tempo attraverso mostre, antologiche, reportage giornalistici e altre iniziative di carattere culturale e turistico.

Interverrà anche l’artista Giorgio Celiberti, pittore e scultore di fama internazionale che firma il premio consegnato alla vincitrice. Gli intermezzi musicali saranno a cura del Coro Pressacco dell’Università di Udine, diretto da Fabio Alessi. Il Premio Gilberto Pressacco Maqôr Rusticitas è realizzato con il contributo del Credito Cooperativo FVG e il sostegno e patrocinio di Regione FVG, Provincia di Udine, Comune di Udine, Università di Udine e Fondazione Friuli.

Ulderica Da Pozzo è nata nel 1957 a Ravascletto. Inizia a fotografare nel 1976 e nel 1980 diventa fotografa professionista. Ha approfondito lo studio del linguaggio fotografico con Ferdinando Scianna, Gabriele Basilico, Oliviero Toscani, Franco Fontana. Collabora e pubblica su testate di tiratura nazionale (Airone, Bell’Italia, Qui Touring, Alp, Meridiani Montagne, Tuttoturismo, Dove, A Tavola, Gusto Sì, Alpe) e con vari periodici regionali. Collabora da diversi anni con gli enti territoriali preposti alla promozione della cultura e del turismo regionale per la realizzazione di pubblicazioni, brochure, depliant. Dispone di un vasto e diversificato archivio sia analogico che digitale che spazia su tutto il territorio regionale (montagna, pianura, mare, città) nei diversi aspetti.

Alterna all’attività professionale lavori di ricerca sui quali sono state realizzate numerose mostre. Alcune sue opere, scelte ad Arles da Claude Lemagnj, sono conservate dalla Bibliotheque Nationale di Parigi Departement des estampes et de la photographie. Nel 2002 ha vinto il Premio “Friuli Venezia Giulia fotografia” del Centro di ricerca e archiviazione della fotografia di Spilimbergo. Nel 2010 ha vinto il premio internazionale Donne di fiori. Nel 2011 ha partecipato alla Biennale diffusa nella sezione Fotografia curata da Italo Zanier (Trieste). Nel 2013 ha realizzato la mostra “Stanze” a Roma, con la presentazione di Roberta Valtorta. Vive e lavora tra Udine e Ravascletto. Ha lavorato adoperando sempre, nei 30 anni di professione, macchine sia analogiche che digitali Nikon corredate da obbiettivi originali Nikon e Hassemblad per il medio formato.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!