Il Premio Musicainsieme assegnato a Giacomo Cozzi

23 Gennaio 2019

PORDENONE. È Giacomo Cozzi, brillante giovane musicista friulano – classe 1999, di Latisana, dal 2017 membro dell’ “Academia Symphonica” di Udine – il vincitore della prima edizione del Premio Musicainsieme Pordenone promosso dal Cicp – Centro Iniziative Culturali Pordenone in partnership con la Fondazione Banca di Credito Cooperativo Pordenonese: istituito per realizzare progetti musicali destinati ai giovani in collegamento con la storica rassegna MusicaInsieme che valorizza le eccellenze dei Conservatori italiani e stranieri, il Premio ha voluto riconoscere «il rigore scientifico della tesi che Giacomo Cozzi ha dedicato al grande compositore Ferdinand Ries e alle sue opere per clarinetto.

Giacomo Cozzi

Determinante – spiegano i Direttori artistici del Premio e della rassegna MusicaInsieme Franco Calabretto ed Eddi De Nadai – la correlazione tra elaborato e potenziale sviluppo di un efficace programma da concerto. Obiettivo del Premio è infatti l’ideazione di un momento concertistico, una lezione concerto da inserire nel palinsesto della stagione Cameristica. Ries, che fu l’allievo prediletto di Beethoven e pianista eccelso, consente un confronto tra le sue opere e quelle del Maestro sul tema della musica da Camera con clarinetto al centro del programma dell’evento conclusivo di MusicaInsieme, domenica 10 marzo. In quell’occasione il vincitore sarà premiato da Giancarlo Zanchetta, Presidente della Fondazione Bcc Pordenonese, e diventerà protagonista della lezione concerto insieme al violoncellista Antonio Merici e al pianista Riccardo Burato.

Le musiche di Beethoven e Ries offriranno un interessante raffronto fra Maestro (e che Maestro!) e allievo, nell’Europa in clima di restaurazione, con l’affermazione della figura del “virtuoso”, l’artista in grado di stregare il nuovo pubblico borghese con le sue magistrali suggestioni.

Giacomo Cozzi, diplomato in Clarinetto I livello al Conservatorio Tomadini, dal 2018 è iscritto al primo anno del corso Accademico Biennale al Conservatorio Pollini di Padova e dal 2015 fa parte del Quartetto di clarinetti Clartet. Il Premio MusicaInsieme è stato istituito grazie al lascito testamentario di una estimatrice dell’attività Cicp a favore della musica, per dare un aiuto concreto ai giovani musicisti di talento. La borsa di studio, con cadenza annuale fino all’esaurirsi del fondo, vuole premiare una tesi di laurea discussa in un Conservatorio di musica o Università, italiani o stranieri. La commissione artistica composta da Franco Calabretto ed Eddi De Nadai con Paolo Pellarin, presidente della Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro, ha esaminato 18 lavori presentati da 15 candidati.

Musicainsieme 2019 riparte domenica 3 febbraio con il suo percorso internazionale, «testimoniando – osserva la presidente Cicp Maria Francesca Vassallo – il fondamentale lavoro di formazione dei musicisti del futuro che unisce i Conservatori presenti in tutto il territorio europeo, e non solo. E’ questa la 42^ edizione e ancora una volta tutti i concerti, in programma alle 11 nell’Auditorium Casa Zanussi di Pordenone (via Concordia 7), saranno nel segno della libera fruizione, a breve il programma».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!