Il Polish Cello Quartet al Festival di Musica Sacra

26 Novembre 2018

PORDENONE. Fra le ospitalità più attese della 27^ edizione del Festival internazionale di Musica Sacra spicca certamente il Polish Cello Quartet, Ensemble est-europeo di riferimento sulla scena Cameristica internazionale: appuntamento mercoledì 28 novembre, alle 20.45 a Pordenone, nel Duomo Concattedrale di S. Marco, per un concerto dedicato a “Fede e Passione” che unisce le suggestioni del sacro alle tendenze più attuali del nuovo Camerismo.

Polish Cello Quartet

Adam Krzeszowiec, Wojciech Fudala, Krzysztof Karpeta, Tomasz Daroch offrono una lettura originale del Quartetto d’archi: annoverati fra le migliori formazioni di settore in Europa, riprenderanno il progetto nato da sei Festival europei – Mittelfest per l’italia – nel 2015-16: a giovani compositori erano state commissionate nuove opere, liberamente ispirate al tema del Corale “Vexilla regis”, utilizzato da Liszt nella sua “Via Crucis”. «Per il concerto che chiude il nostro Festival abbiamo scelto, fra le composizioni di quel progetto – spiegano i Direttori artistici Eddi de Nadai e Franco Calabretto – i brani del compositore turco di fede cattolica Arda Ardaşes Agoşyan e del compositore friulano Alessio Domini, per la loro particolare originalità e forza comunicativa.

Il programma comprende un suggestivo contrappunto temporale tra queste composizioni nuove e quattro trascrizioni tratte da L’Arte della Fuga di Johann Sebastian Bach, vertice assoluto della polifonia contrappuntistica, capolavoro della maturità del grande Maestro, rimasto incompiuto. Completano il programma una trascrizione di Fratres, brano celebratissimo del compositore estone Arvo Pärt e una preghiera di grande intensità poetica di Luigi Forino, oggi sconosciuto, che fu valente violoncellista, direttore del Conservatorio di Buenos Aires, e infine docente all’Accademia di Santa Cecilia a Roma».

L’ingresso è libero. Il Festival internazionale di Musica Sacra dedicato a ”Passioni e risurrezioni” è promosso da PEC – Presenza e Cultura con la Regione, per la direzione artistica dei musicologi Franco Calabretto ed Eddi De Nadai, ed è sostenuto da Fondazione Friuli, BCC Pordenonese, Diocesi Concordia Pordenone, Fondazione Buon Samaritano e Comune di Pordenone.

Il Polish Cello Quartet nasce nel 2011 per iniziativa di Tomasz Daroch, Wojciech Fudala, Krzysztof Karpeta e Adam Krzeszowiec, quattro giovani violoncellisti polacchi che decidono di fondare un nuovo gruppo cameristico per diffondere e condividere l’originale, unica, calda sonorità del quartetto di violoncelli. Il Quartetto ha scelto di lavorare e di esibirsi seguendo un modello che vuol essere “democratico”, nel senso della cooperazione e della alternanza e scambio delle parti tra i quattro componenti; cosicché non c’è un leader, ma il lavoro e la responsabilità della concertazione, vengono sostenuti secondo un criterio di rotazione per il ruolo di primo violoncello. Questo continuo scambio, porta naturalmente ad una variazione dei timbri e del risultato sonoro e interpretativo finale.

Condividi questo articolo!