Il Polifonico S. Antonio Abate si mette… in cammino

8 Luglio 2021

CLAUZETTO. È un coro in movimento il Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli, di nuove progettualità, nuove sperimentazioni vocali, sonore e spaziali: un coro in cammino, che fa volare la voce direttamente al cuore di chi ascolta, abbracciando e facendosi abbracciare da edifici storici, ma anche ambienti naturali. Non stupisce dunque che quest’anno sposi il Cammino di San Cristoforo e la sua modalità slow di vivere il territorio dietro casa, come una grande avventura.

Lo si capisce sin dal primo appuntamento, domenica 11 luglio alle 17.30 nelle grotte di Pradis (ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria www.ecomuseolisganis.it; 0427 764425), nel Comune di Clauzetto, uno dei luoghi più suggestivi del Cammino, con un programma molto rinfrescante eseguito sotto la direzione della Maestra Monica Malachin: dai balletti rinascimentali di Gastoldi Il ballerino, L’umorista, L’amor vittorioso alla freschezza della villotte di Azzaiolo, al vivace folklore ungherese di Lajos Bárdos, per poi avvicinarsi al rapporto dell’umano col mistero della natura e le sue vertigini, a volte mortali (Signore delle cime, Stelutis Alpinis, L’ora della sera), senza dimenticarsi un omaggio alla Madonna, a cui è dedicata la grotta, chiaro retaggio degli antichi culti delle Dea Madre, legati alle grotte, simbolo del grembo materno, con l’Ave Maria di De Andrè per poi concludersi con l’effervescente Viva il vino spumeggiante di Mozart.

Chi vuole godersi la giornata all’aria parta può scegliere liberamente tra le tante passeggiate nei dintorni delle grotte, senza dimenticare di scendere fino alle profondità dell’orrido scavato dal torrente Cosa, che con le sue cascate, archi naturali, grotte e cavità costituisce un ambiente carsico unico per la sua bellezza, dove la forza della natura e dell’acqua si mostrano con tutta la loro potenza e maestosità.

Altro appuntamento in grotta, ma questo volta itinerante, nel calendario del Coro sarà il primo agosto alle grotte di Villanova. Dopo una puntata ad Andreis, il 17 luglio, a fine luglio il Polifonico volerà in Sicilia per una mini tournee (Siracusa, Noto, Taormina) che toccherà anche la chiesa dedicata a San Cristoforo a Catania. In agosto dopo una puntata alla cantine di Nimis I Comelli, grande protagonista sarà il Requiem di Mozart a Bagnarola. In autunno si tornerà sul Cammino di San Cristoforo tra Aviano e la centrale di Malnisio con tre concerti.

Le attività del Coro Polifonico Sant’Antonio Abate sono finanziate tramite bando dalla Regione e per il progetto San Cristoforo sono realizzate in collaborazione con Gal Montagna Leader.

Condividi questo articolo!