Il patrimonio naturale tema domani di Green Carnia Fest

2 Luglio 2021

Inaugurazione

OVARO. La sfida e il dibattito per lo sviluppo sostenibile della Carnia proseguono nell’ambito di Green Carnia Fest sabato 3 luglio: alle 8.45 a Ovaro. Nella Piattaforma polivalente centro turistico sportivo è infatti in programma il convegno dedicato al “Valore e cura del patrimonio naturale carnico: percorsi efficaci per un futuro sostenibile” con la partecipazione di Antonio Andrich, Direttore Parco naturale regionale delle Prealpi Giulie; Marko Pretner, Responsabile del centro visite Dom Trenta del Parco nazionale del Triglav – Slovenia; Noemi Guzzo Consulente marketing territoriale e comunicazione Ente Parco Nazionale della Sila. Conducono l’incontro Lucia Piani, Ricercatrice UniUd esperta in sviluppo locale e l’agronomo Stefano Santi, co-presidente della Task-Force Aree Protette Transfrontaliere di Europark.

Sui temi dello sviluppo sostenibile il confronto si è acceso nella giornata di giovedì a Sutrio, con il convegno inaugurale sui temi del futuro della montagna, coordinato dal condirettore del quotidiano Messaggero Veneto Paolo Mosanghini: una prospettiva che guarda necessariamente allo sviluppo sostenibile. L’Assessore alla Montagna della Regione Stefano Zannier ha spiegato che «servono strumenti di supporto alle imprese affinché possano innovarsi e investire in montagna e che lo sviluppo della montagna è legato ai settori agricoli e turistico ma anche a nuove formule di impresa e in questo percorso è centrale la digitalizzazione. La sostenibilità non è mettere nuove aree a tutela e porre vincoli, ma creare condizioni di sviluppo sostenibile».

Cinque i punti chiave che Green Carnia Fest mette al centro dei futuri scenari sostenibili per la Carnia, li elenca il presidente della Proloco Sutrio Adelchi Marsilio: una piattaforma comune che parte dall’innovativo concetto di neutralità volumetrica, ovvero una politica conservativa che corrisponde al consumo zero di suolo; il riconoscimento alle aziende agricole di una funzione di manutenzione in chiave idrogeologica, ambientale e paesaggistica; lo sviluppo delle potenzialità della Carnia legate ai progetti di comunità energetica, decarbonizzazione e mobilità interna a trazione elettrica; in tema di formazione specifica territoriale si propone un lavoro di monitoraggio e coordinamento tra gli istituti comprensivi e infine, quinto e sicuramente determinante obiettivo, quello del turismo sostenibile con l’implementazione della rete di servizi a basso impatto.

I Woodnite

Domani, sabato 3 luglio, Green Carnia Fest propone dalle 9 alle 18, a Sutrio nell’Ort di Siore Marie, l’animazione sportiva sostenibile “Fuori Luogo summer tour”, alle 12 a Cercivento la passeggiata con picnic “Le erbe officinali di Cercivento”, per continuare alle 16 a Paluzza, ai laghetti di Timau, la Visita guidata alle località colpite dal Vaia a cura del Corpo Forestale regionale.

La giornata terminerà a Ravascletto alle 21 con l’esibizione in acustico di Woodnite in piazza Divisione Julia. Da 10 anni Woodnite (già 4B acoustic trio) è una brillante formazione acustica attiva in Italia ed Europa con centinaia di concerti da headliners o come band di apertura per importanti artisti italiani. I Woodnite possono intrattenere il pubblico con bellissimi brani originali che spesso alternano alle varie covers proposte durante i concerti. In questi 10 anni di eventi dal vivo, hanno collezionato quasi 400 concerti, molti dei quali all’estero in paesi quali Polonia, Slovacchia, Germania e Armenia. Con i Woodnite l’eleganza di un unplugged si coniuga all’energia di una rock band!

Info e dettagli: www.greencarniafest.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!