Il Parco Zoo Punta Verde attende i piccoli esploratori

12 Giugno 2021

Testuggine

LIGNANO. Al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro si può finalmente accedere senza obbligo di prenotazione. Lo comunica la direzione della struttura lignanese che in questi giorni ha anche avviato le tanto gettonate attività didattico-ricreative rivolte a famiglie e bambini che possono restare a contatto con gli animali e la natura.

A grande richiesta torna l’entusiasmante avventura degli “Esploratori allo zoo”: i bambini dai 7 agli 11 anni possono “vivere” da vicino gli animali, studiarne i comportamenti, conoscere il lavoro dei guardiani e divertirsi. Possono condividere esperienze e andare alla scoperta del meravigliosi mondo degli animali ma, soprattutto, vedere quello che c’è dietro il funzionamento dello zoo, provando l’emozione di essere guardiani e anche ricercatori.

“Un modo alternativo di trascorrere qualche ora all’aria aperta, circondati da tanti animali di specie diverse – afferma il direttore del Parco Zoo Punta Verde, Maria Rodeano –. I giovani partecipanti possono osservare gli animali da molto vicino, valutarne il comportamento e seguire il lavoro dei guardiani. I nostri educatori svelano curiosità sul Madagascar e la sua fauna, sulle foreste popolate dai felini, sulle infinite savane africane, con i delicati equilibri tra prede e predatori, e tanto altro ancora”.

Lemure

Le attività sono programmate per tutta l’estate con orari prestabiliti e distribuiti nell’arco della settimana, al mattino o al pomeriggio. Per costi e iscrizioni si può telefonare allo 0431-428775 o visitare il sito www.parcozopuntaverde.it Ripartite anche le dinamiche attività educative ravvicinate con gli animali come gli incontri con i lemuri, con le giraffe e gli incontri con le testuggini delle Seychelles. Tutte attività che contribuiscono alla protezione della Natura in quanto la quota di accesso – tramite la Punta Verde in situ Onlus – viene interamente devoluta a progetti di conservazione in natura. “Ma tante altre sono le curiosità da scoprire e gli animali da visitare – assicura il direttore – come le lontre asiatiche, nostre ultime arrivate, i singolari Tapiri ospitati nel loro reparto appena rinnovato e altre novità che presto vi sveleremo”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!