Il mondo onirico e spiazzante di Maurits Cornelis Escher

15 Dicembre 2019

PORDENONE. Escher – Viaggio nell’infinito, film diretto da Robin Lutz, lo straordinario viaggio nell’onirico mondo dell’artista grafico Maurits Cornelis Escher, sarà a Cinemazero per soli tre giorni: lunedì 16 dicembre alle 16.45 e alle 21, martedì 17 alle 16.45 e alle 20.45 e mercoledì 18 alle 18.45. Un documentario sulla vita e l’arte dell’incisore e grafico olandese, ma in particolare sul suo rapporto con l’infinito, tema centrale di moltissime sue opere. Tra costruzioni geometricamente impossibili, squilibri del piano e mutazioni dello spazio, spicca l’esplorazione dell’infinito, che per l’artista rappresenta un vero e proprio viaggio.

Escher, infatti, non è un artista: è un talentoso illustratore che sonda la psiche umana e la sua maniera di percepire il mondo. È un minuziosissimo osservatore della realtà che riporta, con uno stile preciso, in bianco e nero e poi a colori, nei disegni e nelle stampe in cui sembrano muoversi elementi e forme percepite, dai solidi, a qualunque soggetto che possa attrarlo: alberi, geometrie, elementi architettonici, animali, foglie, onde, figure umane, metamorfosi dei dettagli, montagne, scacchiere, scalinate, cerchi che si allargano, e così via.

Il regista Robin Lutz ha scelto di non ricostruire il suo personaggio attraverso un attore, di non renderlo fittizio, ma di lasciarlo come testimone e narratore del nostro tempo che commenta le cose dall’esterno, da un altro mondo. Escher, quindi, con la prestante voce fuori campo di Stephen Fry, osserva la realtà contemporanea con ironia e stupore nei confronti di chi, ancora oggi, ama la sua opera.

Per info e prevendita: www.cinemazero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!