Il ‘manifesto’ di LeggiAmo

27 Ottobre 2020

Mara Navarria

UDINE. Si è svolta la presentazione ufficiale di due importanti iniziative legate al progetto regionale di promozione della lettura LeggiAmo 0-18, che diffonde attivamente la lettura tra bambine e bambini, ragazze e ragazzi fin dalla nascita e coinvolge il mondo della scuola, le biblioteche, le famiglie e l’intera comunità regionale. È con la Legge Regionale n. 27 del 2014, che l’Fvg, grazie all’impegno congiunto dell’Assessorato alla Cultura e allo Sport, dell’Assessorato alla Salute, Politiche sociali e Disabilità, Cooperazione sociale e Terzo settore e dell’Assessorato al Lavoro, Formazione, Istruzione, Ricerca, Università e Famiglia, ha deciso di promuovere il Progetto LeggiAmo 0-18 tramite l’Accordo multisettoriale 2018-2020 per la promozione della lettura in età 0-18 in Fvg. L’accordo è stato sottoscritto con i Partner Consorzio Culturale del Monfalconese, Centro per la Salute del Bambino Onlus, Damatrà Onlus, Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Fvg, Associazione Culturale Pediatri, Ufficio Scolastico Regionale.

L’incontro di venerdì scorso ha voluto festeggiare e salutare simbolicamente l’impegno di tutti coloro che quotidianamente propongono centinaia di attività, nella convinzione che leggere, amare i libri e le storie fin da bambini non è solo un piacere: è anche uno strumento fondamentale di sviluppo personale e sociale, di crescita relazionale e cognitiva. Lo dicono da decenni importanti ricerche e lo conferma l’esperienza di quanti sono entrati nel grande mondo delle storie di carta e non ne sono più usciti. Per la prima volta è stato anche presentato al pubblico il Manifesto di LeggiAmo 0-18), che distilla in sei parole, scelte dai Partner, declinate da Chiara Carminati e corredate da un’illustrazione di Pia Valentinis, l’essenza dell’iniziativa e il valore della promozione della lettura. Chiara e Pia lo hanno proposto in una breve performance di parole e live painting.

IL MANIFESTO
* Libri – I libri sono scrigni di idee, immagini, parole. Come scrigni di carta, i libri racchiudono tesori preziosi: idee, immagini, parole. Sono oggetti semplici eppure potenti, in grado di dare forma a nuovi pensieri e di farci vivere molte altre vite oltre alla nostra. Grazie ai libri viaggiano le storie, fatte di parole e di figure, nutrimento dell’umanità.
* Relazione – Ogni libro è un punto di incontro. Sulle sue pagine, si crea un contatto speciale tra l’autore e il lettore. Ma è anche terreno di relazione tra chi legge e chi ascolta, nella lettura ad alta voce, che può contribuire ad allacciare legami profondi tra genitori e bambini, a scuola, tra amici e perfino tra perfetti sconosciuti.
* Nessuno escluso – Libri per tutti. Libri a tutti. Le pagine si aprono, così come si aprono le porte. Nell’universo variegato dei libri che esistono, desideriamo che siano sempre più le porte aperte, anche per chi affronta la lettura come una difficoltà e una sfida. Nuove forme di accessibilità alla lettura, da proporre, da inventare, da scoprire.
* Tempo – Tempo per la lettura, tempo di qualità. Mentre leggiamo il nostro presente viene dilatato, acquista una dimensione in più. La lettura ci proietta in un altro mondo, arricchendo così quello in cui viviamo. Leggere richiede un tempo dedicato, che a volte è difficile da trovare: ci piace pensare che sia un tempo da conquistare, che offre storie e memorie come ricompensa.
* Comunità – Chi legge non è mai solo. Amiamo i libri e lo vogliamo raccontare. Come ogni passione, anche quella per la lettura è contagiosa, e chiede di essere condivisa. Che siano reali o virtuali, le comunità di lettori permettono di creare occasioni di incontro e di scambio tra chi già ha scoperto l’interesse per i libri e chi ci si avvicina per caso o curiosità.
* Crescita – Leggere insieme, dalla nascita all’età adulta. Leggiamo 0-18: il progetto accompagna il cammino dei giovani lettori con proposte e iniziative, dalla nascita all’età adulta, senza soluzione di continuità. Perché leggere favorisce lo sviluppo cognitivo del bambino e promuove il pensiero critico, ingrediente fondamentale per creare cittadini partecipi e consapevoli. Progetto per la crescita, progetto in crescita: raggiungiamo i giovani lettori in tutta la regione, dai centri più piccoli alle realtà più consolidate.

“Tribù” che legge a Santa Maria La Longa

All’incontro è intervenuta Mara Navarria, schermitrice friulana, campionessa del mondo di spada 2018 e ambasciatrice del Friuli Venezia Giulia dal 2019, che è stata testimonial d’eccezione al fianco del progetto per questa giornata, e ha evidenziato l’importanza formativa della lettura: “La lettura ha accompagnato non solo la mia quotidianità di studentessa, ma occupa ora anche la mia vita di atleta; i libri sono un compagno di viaggio costante e lo sono anche durante le lunghe attese delle competizioni. La lettura ha infatti la capacità di calmare le forti emozioni, inevitabili quando si sale in pedana, e di lasciarmi concentrare su altro, oltre il tempo, e riportare in me quella calma interiore necessaria per affrontare il prossimo avversario. Da quando è nato Samuele è stato poi l’inizio di un piacere condiviso tra mamma e figlio: un momento di intimità, al di fuori del tempo e dello spazio. Durante il lockdown con Samuele abbiamo scoperto insieme anche la Media Library del polo Sbn del Friuli Venezia Giulia: non solo libri ma tantissimi contenuti, dalle riviste ai film. La lettura è un modo non solo per imparare, emozionarsi e crescere ma è un importante relazione che ci lega con il nostro passato e ci spinge verso il futuro.

Proseguendo con gli interventi, i partner hanno simbolicamente dato avvio alla giornata regionale di promozione della lettura “Un Libro Lungo Un Giorno” che per la sua settima edizione prende il titolo “Cento cortili per Rodari” ed è dedicata al grande scrittore nel centesimo anniversario della sua nascita. E LeggiAmo 0-18 intende festeggiare condividendo storie e torte, anziché paure! Lo fa coinvolgendo cento cortili sul territorio, pubblici e privati, domestici e non, promuovendo, come da tradizione, per un giorno intero la lettura per tutti e con tutti! Perché i cortili? Perché la dimensione del cortile è piccola, ci permette di incontrarci in piccoli gruppi, in presenza e in completa sicurezza. L’iniziativa ha ricevuto anche il plauso del Comitato Nazionale delle Celebrazioni per il centesimo anniversario della nascita di Gianni Rodari, istituito dal Mibact, che lo ha inserito tra le attività più meritevoli su scala nazionale. E per rendere ancora più speciale questa giornata, i festeggiamenti sono cominciati un mese prima. Dal 23 settembre, infatti, sono in corso tantissimi eventi nei più diversi “cortili” (reali e immaginati!) e alla data del 21 ottobre gli eventi svolti o programmati erano già oltre 160.

Un Libro Lungo Un Giorno è dedicato come sempre alle iniziative libere e spontanee di ognuno di noi, in forma privata e pubblica. Anche quest’anno chi vuole partecipare trova un modulo da compilare per l’iscrizione, che per la prima volta si potrà scaricare dal nuovissimo sito del progetto LeggiAmo 0-18 (www.leggiamofvg.it). E se ciascuno dei partecipanti vorrà inviare una foto, un video, un racconto della propria azione di lettura, nei prossimi giorni sul sito sarà possibile visionare il “racconto” della maratona, attraverso le dirette testimonianze dei protagonisti. Tra gli intensi momenti dell’incontro va ricordato anche il sincero ringraziamento che il Progetto ha dedicato ai tantissimi lettori volontari che con la loro costanza e la loro passione rendono possibili le iniziative sul territorio e danno vita a meravigliose relazioni attorno alla lettura.

Media Partner dell’evento è Radio Magica, che dedicherà alcune puntate di approfondimento ai temi del progetto. Per seguire la sua programmazione: https://www.radiomagica.org/

LA CONFERENZA
Riuniti online, sulla piattaforma Zoom, con la moderazione di Roberto Del Grande, Direttore del Consorzio Culturale del Monfalconese, si sono collegati, dal Salone di Rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia: Tiziana Gibelli, Assessore regionale alla Cultura; Antonella Manca, Direttore Centrale Cultura e Sport Regione Fvg; Ketty Segatti, Direttore Centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia Regione Fvg. Da remoto sono intervenuti Mara Navarria, testimonial per l’evento; Paolo Pittaro, Garante dei Diritti della Persona della Regione Fvg; Federica Perin, dell’Ufficio Scolastico Regionale; Elisa Callegari, Presidente di Aib Friuli Venezia Giulia; Roberta Garlatti, Referente Regionale e Membro del Coordinamento Nati per Leggere; Mara Fabro, Presidente di Damatrà Onlus; Giorgio Tamburlini, Presidente del Centro per la Salute del Bambino. Chiara Carminati e Pia Valentinis hanno presentato in video il Manifesto di LeggiAmo. La conferenza si è chiusa con il video di presentazione di LeggiAmo 0-18 e con il saluto di Elena Mengotti, della Direzione Centrale Cultura e Sport della Regione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!