Il fuoco del pignarul anche quest’anno in Guascogna

18 Gennaio 2020

La Befana in discesa (Foto Maxime Médal)

AUCH. La vigilia dell’Epifania, ad Auch, capoluogo del Gers e capitale della Guascogna in Francia, come l’anno scorso, la Befana è scesa da una torre della cattedrale davanti a tantissima gente. Ce lo racconta, con molti particolari, un comunicato del Fogolar Furlan de Vuascogne: sulla facciata della chiesa, illuminata coi colori italiani, si vedeva benissimo la ‘strega’ mentre, seduta sulla scopa, scendeva piano piano e la si sentiva salutare il pubblico. Al calar del sole, ci saranno state circa tre mila persone ad assistere all’evento. Come da tradizione, la Befana ha portato caramelle (e anche un po’ di carbone) ai bambini. Ad aspettarla e a salutarla saranno stati più di trecento!

Ma la festa è diventata ancor più friulana quando la ”vecchina” si è diretta verso il “pignarûl” per accenderlo. A quel punto la festa è… esplosa, con adulti e bambini che giravano ballando attorno al grande fuoco crepitante. Molti dei presenti, prima di allontanarsi, hanno anche accettato l’offerta d’un bicchiere di vin brulé aromatizzato.

Da dieci anni, la festa della Befana la fanno gli “Amis italo-gascons”; da tre anni si sono aggiunte altre due associazioni: il “Comité de Jumelage Castin-Duran (Gers) / Ruda (Friûl)” e il “Fogolâr Furlan de Vuascogne”, che ha eretto il “pignarûl” e regalato il vino caldo.

Condividi questo articolo!