Il film La Frontiera per ricordare Franco Giraldi

22 Dicembre 2020

Giraldi mentre dirige La Frontiera

TRIESTE. Il 2 dicembre moriva a Trieste, anche lui vittima del Covid, il regista, sceneggiatore e critico cinematografico Franco Giraldi. Alla sua opera, mai abbastanza celebrata, si vuole rendere omaggio mettendo a disposizione del pubblico sulla piattaforma AdessoCinema, in streaming gratuito, La frontiera (1996), depositato e conservato in pellicola alla Cineteca del Friuli. Il film, che segue di molti anni La rosa rossa e Un anno di scuola, conclude la trilogia di Giraldi sul tema della frontiera, con le sue implicazioni sull’identità e il senso di appartenenza: un tema molto caro al regista, nato nel 1931 nel piccolo paese carsico di Comeno da madre triestina di lingua slovena e padre istriano di lingua italiana.

Raoul Bova in La Frontiera

Liberamente tratto dall’omonimo romanzo del 1964 del giornalista e scrittore Franco Vegliani, nato a Trieste, figlio di un magistrato originario dell’isola di Veglia, il film mette in scena le drammatiche esperienze di due giovani dalmati. Emidio Orlich, interpretato da Raoul Bova, è un ufficiale dell’esercito austro-ungarico che nel 1916 decide di disertare, mettendo a rischio la propria vita, con la speranza di potersi unire all’esercito italiano. Franco Velich (Marco Leonardi) è un tenente dell’esercito italiano che nel 1941 torna in licenza nell’isola della Dalmazia in cui è nato, da poco sotto occupazione italiana. Tempi diversi per due storie parallele, entrambe segnate dalla guerra, che impone una scelta di campo lacerante per chi, nato e vissuto tra due paesi e due popoli, non può compierla se non a carissimo prezzo. Nel cast anche Omero Antonutti, Giancarlo Giannini, Claudia Pandolfi e Vesna Tominac.

La piattaforma AdessoCinema, creata e curata dal Visionario, da Cinemazero e dalla Cineteca del Friuli, in collaborazione con la Tucker, porta a casa degli spettatori i film del territorio (ormai sono quasi 70 i titoli disponibili) oltre a ospitare rassegne temporanee come “Le Voci dell’Inchiesta” e, in questi giorni, “Gli occhi dell’Africa”.

L’offerta completa è su www.adessocinema.it

Condividi questo articolo!