Il film friulano La donna di picche al Kinemax di Gorizia

13 Gennaio 2020

GORIZIA. Dopo un fortunato tour che ha portato la pellicola in diverse località della nostra regione, ma anche fuori, in contesti di prestigio come il cinema Eden di Cortina d’Ampezzo, villa Migone a Genova e l’istituto di cultura italiana presso l’ambasciata di Vienna, arriva anche al Kinemax di Gorizia, nella proiezione serale di martedì 14 gennaio, il film indipendente friulano “La donna di picche”, del regista Renzo Sovran. Si tratta di una pellicola girata interamente nella nostra regione, con attori e tecnici friulani e giuliani.

La serata di martedì 14 sarà interamente all’insegna della friulanità: la proiezione sarà preceduta infatti, nei locali della mediateca, da un aperitivo offerto in collaborazione con la rinomata azienda vinicola Castelvecchio e con le autoscuole Peter Pan. L’evento sarà occasione per incontrare il regista e il cast. Seguirà il film, in proiezione unica alle 20.30, con ingresso unico a 5 euro.

Ambientato negli anni Settanta, il film racconta l’amore tra la giovane studentessa Serena e l’operaio Tommaso, un quarantenne con velleità da scrittore. Basterà la differenza d’età tra i due a scatenare il perbenismo e l’ostracismo del paese, una piccola comunità della provincia friulana. “Sullo sfondo – spiega il regista Renzo Sovran – ci sono la fabbrica, il bar e la chiesa, per ricordare insieme come era la vita in quegli anni nei piccoli centri della provincia”.

“La donna di picche” è un film prodotto da Flavio Zanello con The Box Records per Zerozerobudget, D&L movies e Backfilm Productions, tra gli interpreti Ludovico Rigonat, Betty Maier, Paolo Massaria, Claudio Saccavino, Stefania De Michiel, con la partecipazione di Catine e di Alessandro Pomarè. Nel cast tecnico Luca Bertossi e Gian Pietro Nadalutti (fotografia), Nadia Avon (direzione di produzione), Lorenzo Cattarossi, Nicola Skert, Diego Cancian e Massimo Bocus.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!