Il Conservatorio Tartini riflette sulle minoranze linguistiche

4 Luglio 2022

TRIESTE. Il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste riflette sul rapporto dell’Alta formazione musicale con le minoranze linguistiche: è in programma mercoledì 6 luglio, alle 10.30 nella Sala Tartini di via Ghega 12 il Convegno sul tema ”Le Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale tra istanze di autonomia e vincoli centralistici. Il delicato rapporto con le diverse comunità linguistiche: la scelta inclusiva del Conservatorio Tartini di Trieste”.

«Si tratta – spiega il Presidente del Tartini, Lorenzo Capaldo – di una riflessione doverosa in un momento specifico per l’evoluzione del Conservatorio di Trieste. Al termine di un triennio “costituente” vogliamo presentare alla cittadinanza le modifiche introdotte nell’ordinamento interno del Conservatorio, insieme alla scelta “inclusiva” che il Tartini ha avviato per evidenziare il legame rafforzato con le comunità linguistiche che insistono sul territorio di riferimento. Il Convegno ci permetterà anche di riflettere sulle questioni ancora aperte, quali la piena attuazione della legge n.38 del febbraio 2001, dedicata alle “Norme per la tutela della minoranza linguistica slovena della Regione Fvg”.

Il Convegno prevede alle 10.30 il saluto delle Autorità, e a seguire l’intervento introduttivo del Presidente del Tartini Lorenzo Capaldo sul tema “Nuovi strumenti per un Conservatorio, coeso, inclusivo e competitive”. Quindi l’accademico Andrea Crismani, Ordinario di Diritto Amministrativo all’Università di Trieste, relazionerà su “Indirizzo amministrativo e gestione nelle Istituzioni Afam”. A seguire il Direttore del Conservatorio Sandro Torlontano interverrà sul tema “Il Centro Studi Musicali Sloveno”.

Info e prenotazioni del proprio posto in sala presso Conservatorio Tartini, T. +39 040 6724911 – conts.it

Condividi questo articolo!