Il Comune interviene per l’altare del Duomo palmarino

16 Dicembre 2019

PALMANOVA. Arriva dal Comune di Palmanova un sostegno straordinario, e urgente, per contribuire al restauro conservativo dell’altare dell’Annunziata con la relativa pala conservati all’interno del Duomo Dogale della città stellata. Il costo totale di cui la Parrocchia del SS. Redentore di Palmanova dovrà farsi carico sarà di 15.100 euro (più iva).

L’altare dell’Annunziata, risalente al XVII secolo, formato da marmi policromi, è collocato di fronte all’altare della Sacra Famiglia. Una costruzione proveniente dalla soppressa Chiesa di Santa Barbara e collocata poi nel Duomo Dogale di Piazza Grande nel 1820, sostituendo l’originale in legno, eseguito nel 1643 su commissione del nobile Lodovico di Varmo, e quello successivo realizzato nel 1672. La pala inserita all’interno, con la rappresentazione del Mistero dell’Annunciazione, fu realizzata il secolo successivo dal pittore forlivese Pompeo Randi.

Con specifica delibera di giunta, l’Amministrazione ha ritenuto di supportare questo intervento, concedendo un contributo specifico di 7.500 euro, riservandosi la facoltà di incrementare tale finanziamento con fondi del bilancio 2020. “Questo è un bene che riveste un grande significato per la nostra città, sia religioso che artistico-culturale. Siamo intervenuti subito. Il bene storico necessita di un intervento in tempi brevi per evitare che l’opera subisca danni maggiori. È nostra intenzione coprire l’intero importo dell’intervento, finanziando alla Parrocchia anche la restante parte dell’opera”, conferma il Sindaco di Palmanova Francesco Martines.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!