Il Caffè del Venerdì: domani un concerto al Palamostre

1 Dicembre 2018

Francesco Gioia

UDINE. Continua il palinsesto 2018-2019 e terzo anno di attività del Caffè del Venerdì, questa volta all’insegna della Grande Musica Classica. Dopo “Friuli Terra di Aviatori pt. 2”, con protagonisti i Campioni dello sport estremo d’aria Suan Selenati e Marco Milanese, la 22ma serata, in programma eccezionalmente domenica 2 Dicembre alle 18, ritorna al Teatro Palamostre di Udine, per presentare come novità il primo degli “Eventi” in programmazione, ossia serate dedicate specificamente a concerti musicali e rappresentazioni teatrali, legate sempre ai protagonisti di eccezione già intervistati nel salotto letterario.

Il Maestro Francesco Gioia, infatti, già ospite nella serata inaugurale del nuovo palinsesto (9 ottobre) con il tema della Magia sul territorio creata dalla Musica classica, questa volta dirigerà la Sua orchestra “Audimus”- Sezione archi, con un programma integralmente incentrato sul Romanticismo, ed in particolar modo a due dei suoi più grandi autori: Dvorak e Tchaikovsky. L’orchestra proporrà la Serenata per Archi op. 22 di Dvorak e la Serenata per archi op. 48 di Tchaikovsky.

Conformemente, poi, allo spirito eclettico del Cdv, e alla sua intenzione di toccare il cuore e le emozioni delle persone in modo autentico e con semplicità, la proposta della grande musica classica d’autore verrà introdotta dal Maestro Gioia, e abbellita armoniosamente con altre forme artistiche, per guidare il pubblico nella migliore ed ottimale comprensione delle opere. Come sempre, tutta l’ambientazione e la scenografia, così come gli abiti (curati dalla sarta Elena Zen) fino alla decorazione del foyer con i pannelli art-noveau e l’accattivante linea di caffè e pasticceria gourmet (offerti al pubblico come accoglienza prima dello spettacolo e ideati dalla personal Chef Clara Zamparo), saranno rinnovati in sintonia con la nuova location.

Ingresso a pagamento € 10 e ridotto a 6 € per bambini fino a 10 anni. L’incasso sarà devoluto interamente all’Orchestra Audimus.

Condividi questo articolo!