I vincitori del Premio Giovani Realtà del Teatro (Nico Pepe)

16 Dicembre 2019

Foto Luca A. d’Agostino / Phocus Agency

UDINE. Una festa per l’arte e soprattutto per tanti giovani, il Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro promosso dall’Accademia Nico Pepe di Udine è stato un successo di critica e di pubblico, una splendida occasione di confronto e riflessione per tutta la città. A partire dalle 10 di mattina, nella gremitissima sala dell’ex Oratorio del Cristo sono stati presentati i 23 progetti finalisti del premio. In serata sono stati consegnati i diplomi agli allievi che hanno terminato il proprio ciclo di studi presso la Nico Pepe ed è stato inaugurato ufficialmente il nuovo anno accademico. Infine, sono stati nominati i vincitori del Premio, uno dei quali dedicato a Omero Antonutti. Con il concludersi della maratona dedicata al teatro under 35, iniziata in mattinata e conclusasi alle 20.30, le varie commissioni di giuria hanno affermato ciascuna la propria preferenza, assegnando numerosi premi e riconoscimenti ai 23 progetti finalisti.

Dall’altra parte (Foto Luca A. d’Agostino / Phocus Agency)

La Giuria Artistica ha scelto come vincitori ex aequo i progetti Dall’altra parte/2+2=? – (Campania – Compagnia Putéca Celidònia; regista: Emanuele D’Errico; aiuto regia: Marialuisa Diletta Bosso; attori: Emanuele D’Errico, Dario Rea, Francesco Roccasecca) e “La principessa azzurra” (Svizzera, regista e attrice Saskia Simonet, attori Martin Durmann, Simion Thoni e Simone Fiore). Allo spettacolo “Presente!” (Emilia Romagna – regia collettiva della compagnia “Chièdiscena”; attori: Davide Albanese, Camilla Bertinato, Diego Delfino, Marcella Faraci, Giorgia Forno, Carlo Golinelli, Giuspeppe Monastra, Michele Onori, Marina Scordino) è stato assegnato il premio dalla Giuria Giornalisti, quest’anno intitolato ad Omero Antonutti.

La principessa azzurra (Foto Alice BL Durigatto / Phocus Agency)

Per la categoria monologhi il vincitore è “Edip” (Lazio – regista e attore: Michele Ragno; autrice Maria Luisa Maricchiolo). La Giuria Docenti ha prediletto Bianca stella/Ballata per piccole cose (Lombardia/Liguria – regia: Giulia Lombezzi; attrici: Michela Caria, Marzia Gallo). Il vincitore votato dagli allievi del secondo e del terzo anno della Nico Pepe è La moglie perfetta (Lazio – drammaturgia e attrice: Giulia Trippetta ) che ha ricevuto anche una Menzione speciale. Il Direttore dell’Accademia Nico Pepe, Claudio de Maglio, ha assegnato un premio speciale al progetto Sete (Lazio – regia: Lorenzo Parrotto; Attore Giorgio Sales; drammaturgo Walter Prete). Da parte del pubblico in sala è stato premiato “La principessa azzurra”. Inoltre, è stata assegnata una menzione speciale a “Porcellina” (di Koffi Kwahulé – Lombardia – Compagnia Rusalka Teatro; regia : Enrico Lofoco, attori: Caterina Luciani, Emanuele Turett).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!