I vincitori del Luchetta Poetry Slam disputato online

2 Agosto 2020

TRIESTE.Quando un contest di poesia nasce dai valori di una realtà sociale importante come la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin non può essere che un successo. Ed è ciò che è capitato al Luchetta Poetry Slam – Parole belle, concorso di poesia ideato da Vitale – spettacoli per il business, nuova realtà di servizi che realizza spettacoli per la comunicazione aziendale, che ha raccolto un grande seguito di pubblico. Tutto online, per le necessarie precauzioni imposte dalla pandemia, il contest nella sua pagina Facebook ha ottenuto più di 48.000 visualizzazioni, raggiungendo un pubblico di 37.000 persone. Sono persone che, da tutta Italia, hanno scritto, ascoltato, votato e commentato riflettendo sui valori portanti della Fondazione Luchetta, quali la solidarietà, la pace, la fratellanza, l’amore, la fiducia e il coraggio. Un ampio pubblico che per un mese ha ascoltato le voci di una trentina di poeti, di diverse fasce d’età e di diverse regioni italiane che, con passione e stima nei confronti della Fondazione, hanno inviato i loro componimenti in forma scritta o in forma recitata in video selfie.

Un contest caratterizzato in tutto dalla generosità: d’animo, di penna e anche di riconoscimenti. Ben 9 sono i poeti meritevoli premiati dalla Giuria tecnica e dalla Giuria popolare, perché veramente molti sono i componimenti di valore che sono arrivati. Per la Giuria tecnica, presieduta dal vice campione mondiale di Poetry Slam Luca Bernardini, i vincitori sono: 1° posto ex equo con 25 punti a Paola Polesel e Hari Bertoia, 2° posto ex equo con 21 punti a Giulio Giadrossi e Elena Gabriella Guaraldi, 3° posto ex equo con 20 punti a Daniele Prada e Valentino Pagliei. Per la Giuria popolare, che ha votato sulla pagina Facebook, i vincitori sono: 1° posto con 383 voti a Elena Gabriella Guaraldi, 2° posto con 108 voti a Francesco Baldini, 3° posto con 93 voti a Giulio Giadrossi.

Le poesie rimangono online perché sono balsamo per l’anima e perché continuano a sostenere la Fondazione Luchetta, sempre presente sul territorio con grande forza d’animo nel sostenere i più deboli. Il progetto artistico, dimostrando che l’arte performativa in tutte le sue espressioni può rinforzare la visibilità che un’associazione di volontariato come la Fondazione Luchetta merita, prevede una fase successiva di realizzazione di uno spettacolo, creato anche con le poesie vincitrici, affinché le Parole Belle continuino ad avere voce e a portare lontano i valori della Fondazione.

Il progetto di campagna comunicativa realizzata da Vitale è curato da Lorenzo Zuffi attore e cofondatore di Vitale e dalla pubblicitaria Paola Russo alla supervisione strategica e creativa. Vitale nasce come progetto di eTielleZeta (collettivo di artisti e creativi) che con questa idea progettuale ha vinto il bando di finanziamento sulla linea Por Fesr 2014-2020 2.1.b.1 della Regione Fvg, coordinato da Area Science Park, con Innovation Factory a fare da incubatore.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!