I Solisti Veneti a Polcenigo Anche musica di Donaggio

1 Settembre 2020

I Solisti Veneti

POLCENIGO. Dopo la suggestione dell’acqua e le sue leggende tramutate in magiche evocazioni musicali dal M° Fabbriciani alle Risorgive del Gorgazzo – che malgrado le difficili condizioni atmosferiche ha potuto regalare al pubblico la prima delle due esibizioni programmate nel pomeriggio di domenica – prosegue a Polcenigo la rassegna musicale “Un fiume di note”, curata da Dory Deriu Frasson e Davide Fregona per il Comune di Polcenigo sotto l’egida di Piano Fvg e Il Distretto Culturale Fvg.

Atteso mercoledì 2 settembre alle 20.30 a Palazzo Zaro il concerto de “I Solisti Veneti”. Nota a livello internazionale con all’attivo migliaia di concerti in tutto il mondo, e ben 30 partecipazioni al festival di Salisburgo, la celebre formazione fondata nel 1959 e specializzata nel repertorio del Settecento, sarà diretta per l’occasione dal nuovo Direttore Principale, il M° Giuliano Carella. In programma musiche di Vivaldi, Tartini – con il violoncellista Giuseppe Barutti – Albinoni, Rossini e Antonio Bazzini di cui sarà eseguita la Fantasia sulla “Traviata” di Verdi per violino e archi, volino solista Lucio Degani.

Claudio Scimone con Pino Donaggio

Spicca nel programma del concerto la prima esecuzione assoluta della composizione “Presto”, dal Concerto per viola e archi III Movimento che il musicista e cantautore Pino Donaggio – che sarà presente al concerto – ha scritto per I Solisti Veneti in memoria del maestro Claudio Scimone. Il brano, qui eseguito con Giancarlo Di Vacri alla viola solista, è presente nel nuovo cd “Nel Cinema e nella Classica”, in uscita a settembre e già presente nelle piattaforme musicali online.

Premio Tenco alla carriera nel 2019, Pino Donaggio esordì come violinista con Claudio Abbado. A soli 19 anni approda per la prima volta a Sanremo con “Come sinfonia” portata al successo da Mina, fino a “Io che non vivo”, cantata anche da Elvis Presley. Poi la svolta come autore di colonne sonore: scrive per i più grandi, basti citare Brian De Palma – un lungo sodalizio che li ha fatti collaborare in ben sette film – e per tantissimi italiani (tra cui Dario Argento, Pupi Avati, Liliana Cavani), sue le musiche, di ‘Non ci resta che piangere’ fino al recentissimo “Il grande passo” con Giuseppe Battiston e Stefano Fresi. Dopo aver già dedicato ai Solisti una serie di brani nel 2015 e nel 2016, Pino Donaggio lo scorso anno, in occasione del 60° anniversario dei “Solisti”, ha composto ulteriori cinque brani, raccolti adesso in questo nuovo cd inciso sotto la direzione dell’autore stesso.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria 392 3293266 – direzione@musicaefvg.it

Condividi questo articolo!