I riti della “doppia morte” a Madonna di Trava (Lauco)

25 Giugno 2020

UDINE. La Società friulana di archeologia ricorda che sabato 27 giugno, alle 17, online in diretta, ci sarà una conferenza su ”I santuari à répit e il rito della doppia morte. Il caso di Madonna di Trava”, a cura di Elisa Sartori, Sisba – Scuola Interateneo di Specializzazione in Beni Archeologici, Università di Trieste. ID 81203980362 – PW 703400

Il fenomeno dei santuari à répit è largamente diffuso nella Francia centro-orientale e lungo l’arco alpino; spesso i casi sono conosciuti tramite documenti d’archivio (atti notarili, documenti del Sant’Uffizio). Il rito svolto in questi santuari prevedeva diverse fasi e culminava con il presunto ritorno in vita, seppur per pochi secondi, del neonato, portato al santuario dai genitori stessi, per essere battezzato. In seguito a questi (labili) segni di vita, si celebrava il battesimo, che portava immancabilmente alla morte definitiva del neonato, il quale poi veniva sepolto nei pressi della chiesa.

In Friuli Venezia Giulia esiste un caso ben documentato di santuario che praticava il rituale della doppia morte, cioè il santuario di Madonna di Trava a Lauco, attivo a partire dalla seconda metà del XVI secolo, sulla scia dei riti praticati presso il santuario di Maria Luggau, a Lesachtal, in Carinzia. Dei riti qui praticati esistono numerose testimonianze: atti notarili relativi al riconoscimento dell’avvenuto battesimo, ex voto tutt’ora conservati, numerosi documenti d’indagine e memoriali redatti dall’Inquisizione locale. Nonostante la denunce e i processi, l’attività di Trava continuerà anche dopo la condanna dei riti di papa Benedetto XIV (1755).

Il collegamento alla piattaforma Zoom (progetto Agorà del sapere – Uni.Voc.A. Torino), potrà avvenire con le seguenti coordinate: da Pc: “www.zoom.us” – “join a meeting” e inserire il codice ID + password; da telefono cellulare o tablet: scaricare la “App Zoom Meeting”, aprire “App Zoom”, andare su “Join” ed inserire il codice ID + password.

Condividi questo articolo!