I nuovi guardiani. Fotografie di Mauro Paviotti a Ronchi

21 Novembre 2019

RONCHI DEI LEGIONARI. Con circa una ventina di opere, verrà inaugurata venerdì 22 novembre alle 18:30 nella sala espositiva dell’Associazione “Leali delle Notizie” di piazzetta Francesco Giuseppe I a Ronchi dei Legionari la mostra di Mauro Paviotti, curata da Giulia Micheluzzi. Resterà aperta fino a sabato 4 gennaio 2020 e osserverà i seguenti orari: mercoledì e sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. La mostra fa parte del ciclo “Arte e Territorio”, progetto finanziato dalla Regione con risorse statali del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali e realizzata con la collaborazione della banca di Credito Cooperativo di Turriaco e della Tabaccheria Finatti. Inoltre, per la prima volta l’Associazione “Leali delle Notizie”, con questa mostra, collabora con il Festival Fotografia Zero Pixel.

Nella mostra I Nuovi Guardiani di Mauro Paviotti sono esposte una ventina di opere, frutto di una ricerca che è iniziata nel 1997. L’obiettivo fotografico, nell’opera di Paviotti, viene usato unicamente come strumento per veicolare un messaggio universale e condiviso, una sorta di monito per ciascuno di noi. In un’epoca in cui regna ormai la lotta, l’odio, la disobbedienza e la noncuranza ecco che Mauro Paviotti sente l’esigenza, da artista, di schierare i suoi I Nuovi Guardiani, figure femminili con corpi ieratici e sensuali, vestite da elaborate strutture metalliche, scudi, lance e borchie proteggono i loro corpi, ma nascondono l’ira e la sofferenza dei loro sguardi per l’ignoranza e la stupidità umana, per cui l’uomo non ha saputo vivere, proteggendo ciò che gli è stato donato e che gli sta attorno.

Mauro Paviotti è nato a Palmanova e si occupa di fotografia dal 1982. Con mostre personali e collettive, ha esposto in numerose gallerie italiane ed estere. Nel 2011 è chiamato ad esporre al Nordiska Museet di Stoccolma e ritorna alla Biennale di Venezia. Nello stesso anno è stato presente a “Il Tempo dei Fotografi”, una collettiva di 26 fotografi a Villa Manin di Passariano. Diverse sue creazioni sono conservate al Mnaf (Museo Nazionale Alinari della Fotografia) di Firenze, gli archivi del Craf di Spilimbergo, la Fondazione di Venezia e presso collezioni private. Nel 2013 riceve il premio “Fvg Fotografia Craf”, massimo riconoscimento del Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia di Spilimbergo, coronato da una mostra personale della collezione “I Nuovi Guardiani”.

Condividi questo articolo!