I galli di Sandro Comini

23 Luglio 2020

L’artista

MAJANO. Verrà inaugurata venerdì 24 luglio alle 20,30 al Palazzo municipale di Majano, “Gallintesta” la mostra che espone le opere di Sandro Comini. Protagonisti, appunto, sono i galli, soggetto prediletto della produzione pittorica dell’artista: animali da cortile, simbolo del Friuli rurale ed emblema di rinascita e di risveglio, ma anche storico marchio della Pro Loco di Majano. La mostra rimarrà aperta fino al 16 agosto.

Perché i galli? Molti se lo chiedono. Non c’è una ragione precisa, o una motivazione legata a ricordi d’infanzia, significati o simbologie particolari. A dire il vero, tutto è iniziato con un tacchino, che Comini vide una decina d’anni fa, mentre correva con i cani non lontano da casa. Il soggetto, i colori, il piumaggio si prestavano all’espressività tecnica dell’artista. Fu così che prese il via il periodo dei galli, che solo recentemente Comini ha considerato chiuso. Un soggetto che l’artista ha rappresentato, declinato, interpretato in svariati modi, sempre in forma personale e mai scontata.

Gallo Marmo

Nato nel 1952, Sandro Comini è dotato di autentico talento trasversale. Infatti, esprime la sua inesauribile creatività attraverso differenti forme d’arte: pittore, poeta, musicista e compositore, è co-fondatore del celeberrimo trio musicale friulano Frizzi, Comini, Tonazzi, così come dell’agenzia di comunicazione Unidea di Udine, di cui, da oltre venticinque anni, è presidente e direttore creativo.

Orario di apertura – Giorni feriali: dalle 19 alle 23 – giorni festivi: dalle 18 alle 23.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!