I Concerti di Musica in Villa

30 Settembre 2020

CODROIPO. Ecco gli appuntamenti del prossimo week-end con Musica in Villa, serie di concerti organizzati dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli. A Rivarotta di Rivignano Teor venerdì 2 ottobre alle 19 in Casa Filaferro (in caso di maltempo Auditorium Comunale di Rivignano) concerto dal titolo Una voce… tante voci! con Boris Savoldelli (voce, looper machine). La stampa specializzata di mezzo mondo da anni tributa commenti entusiastici a Boris Savoldelli e al suo lavoro con lo strumento voce. Dal suo primo live set, nel 2008 al The Stone di John Zorn a New York, infiamma senza sosta le platee di Stati Uniti, Russia, Europa, Cina, Indonesia, Giappone, Corea del Sud e Brasile con concerti nei più importanti festival jazz e club mondiali proponendo brani originali e personali riarrangiamenti di grandi classici jazz e pop-rock e ardite sperimentazioni vocali utilizzando solamente la propria voce, una looper machine e alcuni processori di segnale, senza strumenti aggiuntivi e basi preregistrate. Il pubblico viene quindi coinvolto in un originale spettacolo che permette di “vedere nascere” ogni singola canzone e di ascoltare la voice-orchestra generata dalle corde vocali di Savoldelli.

A Santa Marizza di Varmo sabato 3 ottobre (ore 19) a Villa Bartolini Tammaro Domenico Nordio in concerto. Un gradito ritorno, quello di Nordio a Musica in Villa. Violinista di fama mondiale, per questo concerto propone un programma di grande spessore con musiche di Bach, Reger, Say e Prokofiev. Allievo di Corrado Romano e Michèle Auclair, nato a Venezia nel 1971, ex bambino prodigio (ha dato il suo primo recital a dieci anni), a sedici anni ha vinto il Concorso Internazionale Viotti di Vercelli con il mitico Yehudi Menuhin come Presidente del Giuria. Dopo i successi al Concorso Paris Thibaud, Concorso Viña del Mar Sigall e Concorso Marseille Francescatti, l’Eurovision Grand Prix ottenuto nel 1988 lo ha lanciato alla carriera internazionale, tant’è che oggi Domenico Nordio è annoverato tra i grandi violinisti della sua generazione.

Infine a Castions di Strada domenica 4 ottobre – ore 19 – nella Chiesetta di Santa Maria delle Grazie, Playing Coltrane, con Marco Colonna sassofoni, clarinetti. Il concerto propone il lavoro di grande intensità che Marco Colonna, sassofonista e clarinettista romano, ha dedicato nel 2018 al “supremo” musicista statunitense con arrangiamenti personali di un scelta delle sue composizioni. Nato a Roma nel 1978, attivo come polistrumentista, compositore, improvvisatore e scrittore, Colonna in anni più recenti ha scelto di dedicarsi al clarinetto basso per esplorare tutte le sfumature di questo strumento a cui spesso associa il clarinetto suonato contemporaneamente: una soluzione che crea effetti armonici e timbrici inauditi. Un percorso personale e uno stile unico, quindi, che lo hanno portato a diventare uno tra i più interessanti musicisti della sua generazione tanto da far comparire il suo nome nelle classifiche di fine anno dei media tra i migliori suonatori italiani di strumenti a fiato.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!