I concerti di Carniarmonie

24 Agosto 2021

Christian Sebastianutto

TOLMEZZO. È l’ultima settimana agostana per Carniarmonie, il festival del festival diretto da Claudio Mansutti che sta proponendo cinquantaquattro concerti in due mesi – iniziato a luglio si conclude il prossimo 5 settembre, nei luoghi più rappresentativi e incantevoli di Carnia, Valcanale e Canal del Ferro. Ben cinque gli appuntamenti musicali tra mercoledì 25 e domenica 29 agosto, con ospiti solisti ed ensembles di grande prestigio nei generi classica, antica, contemporanea e jazz.

La Petite Écurie

Due talenti musicali friulani, il violinista Christian Sebastianutto e il pianista Daniele Bonini, saranno protagonisti con i maestri falegnami Fratelli Rossitti, del concerto con esposizione di manufatti d’artigianato artistico di mercoledì 25 agosto alle 20.30 al Museo Carnico delle arti popolari di Tolmezzo. Un progetto in collaborazione con La musica del legno che unisce arte musicale e artigianato artistico. Giovedì 26 agosto alle 20.30 nella Chiesa di San Giacomo di Priuso di Socchieve, il duo femminile di respiro internazionale composto dalla fisarmonicista croata Martina Jembrišak e dalla violinista Valentina Danelon, sarà protagonista di un concerto tra Novecento e contemporanea promosso in collaborazione con l’Associazione Progetto Musica. I rispettivi strumenti vengono esaltati nelle rivisitazioni della musica popolare, grazie alle due abilissime soliste, giovani talenti particolarmente richiesti e giù vincitrici di importanti concorsi internazionali.

Martina Jembrišak

È la Petite Écurie – ensemble di oboi con fagotto e percussioni di fama internazionale, che propone programmi di musica barocca di alta levatura – l’atteso ospite del concerto di venerdì 27 agosto alle 20.30 nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Forni di Sopra, appuntamento nato dalla collaborazione con Anciuti Music Festival (Amf) e il format La musica del legno. Ad anticipare il concerto, alle 18 (Cjasa dai Fornès di Forni di Sopra), presentazione del fagotto barocco copia dell’Anciuti, ovvero la riproduzione fedele del manufatto realizzato dal costruttore carnico di strumenti a fiato Giovanni Maria Anciuti.

Valentina Danelon

Il batterista Luca Colussi crea con il pianista Paolo Corsini e il contrabbassista Alessandro Turchet un trio che dà voce alla sua creatività, cimentandosi in una sorta di viaggio che ripercorre le molte esperienze passate diventate ormai “Segni”: è proprio questo il titolo del primo disco solista di Colussi e del concerto di sabato 28 agosto alle 20.30 nella Sala Polifunzionale di Chiusaforte. Sarà un quartetto di straordinari percussionisti a dar energia e suoni al concerto “Two for two times” di domenica 29 agosto alle 18 a Forni Avoltri. Filippo Gianfriddo, Emiliano Rossi, Diego Desole e Paolo Bertoldo propongono musiche di autori del tardo Novecento insieme a contemporanei, meno noti al grande pubblico ma di sicuro effetto, tanto per la composizione dell’ensemble, quanto per gli autori e le opere proposte.

I concerti sono ad ingresso gratuito con esibizione del green pass. Consigliata la prenotazione su carniarmonie.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!