I colori come simboli

16 Marzo 2016

PORDENONE Dopo un primo incontro dedicato all’immagine e allo stile personale, visti come strumenti utili alla comunicazione di un messaggio (come fossero un linguaggio) e uno dedicato al linguaggio delle fiabe, il progetto Urban Lab a cura dall’associazione culturale Ubik Art, all’interno del percorso Habito 3.0, farà un viaggio attraverso il valore simbolico dei colori. L’appuntamento è giovedì 17 marzo alle 18.30 nella sede direzionale di Erremoda, partner del progetto (Via Vallenoncello 14, Pordenone).

L’idea è che le tonalità e le sfumature riescono a parlare direttamente all’inconscio delle persone, senza bisogno della mediazione razionale: ecco perché i colori sono strumenti così potenti ed efficaci, se si riescono a padroneggiare i loro significati simbolici. La relatrice Luisa Camatta analizzerà il nero e il bianco. Due opposti che si attraggono, luce e ombra che insieme creano quei chiaroscuri capaci di conferire profondità e spessore ad un’immagine artistica come anche a una persona. Pregi e difetti di questi due irriducibili poli che sembrano non incontrarsi mai e invece sanno completarsi così bene.

Urban Lab è un progetto culturale e artistico dedicato alla comunità che punta all’innovazione sociale, alla rigenerazione urbana, alla crescita personale. Attraverso incontri e laboratori ad elevato grado creativo e partecipativo, le persone condividono spazi, idee, competenze, valori e contenuti. Si articola attraverso sinergie virtuose con professionisti, artisti, imprese, associazioni, istituzioni. I concetti chiave sono fiducia, connessione, responsabilità, scambio, collaborazione, visione, lungimiranza. La partecipazione è libera, chi vuole può contribuire al progetto con donazioni di tempo, idee, denaro.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!