I buoni consigli di Civibank per evitare frodi su Internet

11 Maggio 2020

CIVIDALE. La Civibank, con una mail, ha informato i suoi clienti sulle precauzione che bisogna adottare per difendersi dalle sempre più frequenti frodi online, specie in questo periodo. Dal momento che i consigli interessano tutti i frequentatori del Web, riteniamo utile proporla anche ai nostri lettori.

”In questo periodo emergenziale sono aumentati i tentativi di frode attuati tramite e-mail, sms, WhatsApp e telefonate ai danni dei clienti di alcuni istituti bancari, oltre che in generale la diffusione di ransomware, programmi dannosi che infettano un dispositivo (Pc, tablet, Smartphone, smart Tv) bloccando l’accesso ai contenuti (file, foto, video) e chiedendo un riscatto per poterli nuovamente averli visibili. Ricorda sempre che la tua banca non ti chiede mai informazioni di sicurezza come codici di accesso o password, che devono essere custodite con la massima cura e mai fornite a terzi, e non ti invia comunicazioni non preventivamente concordate chiedendo di cliccare su link, allegati, o banner.

Segnaliamo quindi alcuni semplici accorgimenti per riconoscere i tentativi di frode on line:

1. presta attenzione al dominio dell’e-mail ricevuta. I messaggi di CiviBank arrivano sempre da @civibank.it;

2. verifica la presenza del certificato di sicurezza del sito al quale si fa accesso, controllando che nella barra dell’indirizzo compaia: “https”. Questo è solitamente accompagnato da un piccolo lucchetto.

3. ignora l’eventuale richiesta presente nell’e-mail di accedere all’Home banking, vai sul browser e digita direttamente: www.civibank.it.

4. non comunicare credenziali e codici via e-mail, sms, chat, o telefono, in quanto CiviBank non contatta i propri Clienti per richiederli.

Quanto ai programmi dannosi, per evitare di essere infettati ricordati sempre di: evitare di aprire messaggi provenienti da soggetti sconosciuti o con i quali non hai rapporti; non cliccare su collegamenti a siti sospetti; installare un antivirus con estensione per malware sui tuoi dispositivi (Pc, Tablet, smartphone); mantenere aggiornato il tuo sistema operativo; effettuare backup periodici dei contenuti, così nel caso in cui fosse necessario formattare il dispositivo per sbloccarlo, i dati in esso contenuti non verranno persi.

Qualora avessi qualche dubbio, o sospetto sull’attendibilità dei messaggi ricevuti, non dare seguito alle richieste e scrivici per chiarimenti o contatta direttamente la tua Filiale”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!