Hermanos al GdU: occasione per riflettere sull’emigrazione

17 Novembre 2019

Foto Luca d’Agostino

UDINE. Arriva martedì 19 novembre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine per la sua prima rappresentazione nazionale Hermanos di Giuliano Bonanni e Stefano Angelucci Marino. Recitato in italiano, friulano, spagnolo e abruzzese e fresco di debutto in Argentina e Uruguay, lo spettacolo centra il tema dell’integrazione sociale ma è anche un’occasione per riflettere sul fenomeno dell’emigrazione che ha coinvolto l’Italia in passato e che, per cause diverse e con modalità differenti, la coinvolge di nuovo. Sempre martedì 19 novembre, alle 17.30 sul palcoscenico del Giovanni da Udine, i registi e gli attori di Hermanos incontreranno il pubblico in un nuovo appuntamento di Casa Teatro per raccontare la genesi del progetto e l’esperienza trascorsa in America Latina, dove lo spettacolo è andato in scena nei giorni scorsi con successo a Montevideo, Buenos Aires e in altre città argentine.

Protagonisti dello spettacolo sono due giovani emigranti che tra loro si chiamano fratelli, non perché siano consanguinei, ma perché sono entrambi orfani di una terra che era anche la loro madre. I due hermanos sono figli dell’Italia del dopoguerra che li ha abbandonati al proprio destino, vivono in un quartiere operaio di Buenos Aires e lottano ogni giorno per non dimenticare le proprie radici, per radicarsi in un nuovo orizzonte. Pur essendo molto diversi fra loro, hanno in comune la passione per la boxe e il desiderio di affermarsi. Ed è qui che il destino giocherà la sua parte, facendoli salire sullo stesso ring uno contro l’altro.

Spettacolo con pubblico in palco. Posti limitati.

Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine aperta al martedì dalle 16 alle 19. L’acquisto dei biglietti è possibile anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it, nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!