Gruppo Coordinamento Internazionale Unesco

20 Marzo 2021

PALMANOVA. Seppur a distanza, ripartono gli incontri dei partner del sito trasnazionale Unesco “Le opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo Stato da terra – Stato da Mar occidentale”. I rappresentanti delle città di Palmanova, Bergamo e Peschiera del Garda, per l’Italia, Zara e Sebenicco, per la Croazia, e Cattaro, per il Montenegro, assieme al Focal Point del Patrimonio Unesco al Ministero della Cultura hanno partecipato alla riunione del Gruppo di coordinamento internazionale (presieduto dal Sindaco di Palmanova Francesco Martines) per presentare i rispettivi progetti di valorizzazione dei siti Unesco, convidividendo opere, tempistiche e modalità di salvaguardia dei beni, oltre a discutere dei progetti di rete in cantiere o in progettazione.

“Ogni realtà ha dimostrato quanto sia impegnata nella salvaguardia dei propri beni storici tutelati. Il riconoscimento Unesco sta consentendo a tutti di dare una forte spinta alla valorizzazione delle proprie città. Lavorare con tanti partner, di diverse nazionalità, non è facile, tanto più in periodo Covid, ma permane la volontà di tutti di realizzare progetti unitari, proseguendo lungo un percorso comune”, commenta il Sindaco di Palmanova Francesco Martines, anche in qualità di Presidente del Gruppo di Coordinamento Internazionale. Tra i tanti progetti presentati, a esempio a Palmanova, grazie a fondi ministeriali e regionali, sono in realizzazione e in progettazione interventi sulle mura per 10 milioni di euro, a Sebenico si è lavorato sulla ristrutturazione del Fortezza di San Nicolò, a Zara, grazie a fondi europei, è stato rimodulato il lungomare e il centro cittadino, nel rispetto dell’impianto urbanistico e delle linee guida locali e Unesco.

L’incontro online è stata anche l’occasione per presentare a tutti i partner la nuova struttura della Segretaria con sede a Bergamo, ora potenziata con diversi innesti di personale qualificato dipendente del comune lombardo. La vicesindaco e assessore comunale alla cultura Adriana Danielis: “Incontri come questo devono servire a mettere assieme le linee guida di valorizzazione, sviluppando partecipazione e coinvolgimento dei singoli siti. Oltre alla presentazione degli interventi realizzati dalle singole municipalità, abbiamo lavorato su progetti di rete legati al mondo della scuola, del turismo e della cultura. Abbiamo dovuto rimodulare alcune azioni a causa della pandemia, riformulando alcune progettualità che stavano già per concretizzarsi. Inoltre stiamo lavorando all’ottimizzazione della presenza online, anche attraverso un’implementazione del sito internet del sito seriale”.

A seguito della riunione internazionale, si è riunita anche la componente italiana composta da Bergamo, Palmanova e Peschiera del Garda assieme all’arch. Adele Cesi del Ministero della Cultura per mettere a punto strategie di promozione turistica ed elaborare progetti a valere su futuri finanziamenti ministeriali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!