Grande concerto di Niccolò Fabi per ricordare Regeni

24 Luglio 2017

CERVIGNANO. Intensa seconda giornata con Niccolò Fabi e la famiglia Regeni sul palco di Onde Mediterranee Festival 2017, la tre giorni di musica e di approfondimenti culturali a Cervignano, promossa da Euritmica, in collaborazione con la Regione Fvg e l’amministrazione comunale. A Giulio Regeni, infatti, è dedicata la ventunesima edizione del Festival, un importante e consolidato contenitore di spettacoli, idee, incontri e momenti di confronto.

Fabi con i coniugi Regeni (Foto Domenico Dragotti)

Ad aprire la serata, il set di Chiara Dello Iacovo, cantautrice piemontese, opening act di tutti i concerti del tour di Fabi e seconda classificata tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo nel 2016. Subito dopo, a salire sul palco cervignanese sono stati Paola e Claudio Regeni, i genitori del ricercatore friulano barbaramente torturato e assassinato nel febbraio 2016 in Egitto. I Regeni, accompagnati dall’avvocato Alessandra Ballerini e con l’immancabile striscione di Amnesty International “Verità per Giulio”, sono stati accolti da un lunghissimo applauso da parte del pubblico, al quale hanno chiesto di continuare a colorare di giallo il mondo e di tenere sempre alta l’attenzione sulla terribile vicenda che li ha colpiti, perché, hanno dichiarato, “la tragedia di Giulio è vera e noi siamo qui in carne ed ossa per testimoniarla. Il popolo giallo vuole verità e giustizia per Giulio ma anche per tutti i Giuli e le Giulie che nel mondo subiscono quello che ha subito nostro figlio. Continuate a stare al nostro fianco perché abbiamo bisogno di tutti voi”.

Foto Elia Falaschi/Phocus Agency

Niccolò Fabi, con la sua affiatatissima band, ha quindi aperto la sua esibizione con la notissima Il Giardiniere. Artista fra i più amati del panorama cantautorale italiano, Premio Tenco 2016 per il miglior album dell’anno con Una Somma di Piccole Cose, Fabi è in tournée in tutta Italia con il suo spettacolo “Diventi Inventi 1997 – 2017”, una festa per i vent’anni di grandi successi. L’artista romano, tra i più sensibili e profondi sulla scena cantautorale degli ultimi anni, avvalora, canzone dopo canzone, la sua vis creativa; nei suoi lavori c’è una continua ricerca di sperimentazione e il suo repertorio è incentrato sulla ricerca della libertà espressiva. A Cervignano, nel suo lungo e applauditissimo concerto ha dimostrato come si possa coniugare il pop e la musica d’autore, in perfetto equilibrio tra leggerezza e impegno. Impegno che ha messo in campo anche nel corso dell’esibizione, rivolgendo un affettuoso saluto ai Regeni e un incitamento a continuare a lottare. La scaletta del concerto, durato quasi tre ore, ha regalato ai numerosi fan momenti di vera emozione con le splendide E’ non è, Costruire, Il negozio d’antiquariato, Vento d’estate, Lasciarsi un giorno a Roma. Tra i diversi bis, anche Capelli, la hit che l’ha fatto conoscere al grande pubblico.

Condividi questo articolo!