Gran finale di Areadanza Festival domani a Palmanova

7 Agosto 2021

PALMANOVA. “AreaDanza_urban dance festival”, organizzato dalla Compagnia Arearea e parte della rete Intersezioni, chiuderà la sua nuova ed entusiasmante edizione a Palmanova l’8 agosto, dopo aver fatto tappa a Valvasone, Venzone e prima ancora a Udine. La vicesindaco e assessore alla cultura Adriana Danielis: “Portiamo la danza in un ambiente urbano di indubbia bellezza. Un’espressione artistica che sa rendersi originale e superare i suoi stessi confini, rivoluzionandosi fino a diventare l’Urban Dance Festival, già molto apprezzato a Palmanova gli anni scorsi in uno scenario inusuale come la caserma Filzi”.

Primo appuntamento della giornata è quello con il progetto “The Nelken Line”, un flash mob lanciato dalla Pina Bausch Foundation che invita tutti, professionisti e amatori, a danzare l’elogio delle stagioni. Si comincerà alle 16, alla loggia del Municipio, con un incontro/laboratorio, a cura della Compagnia Arearea, attraverso il quale coinvolgere la cittadinanza nella storica passeggiata gestuale. Alle 17.30, attorno a piazza Grande comincerà l’evento partecipativo.

Alle 18.30, alla Caserma Filzi (contrada Donato), è invece in programma uno spettacolo itinerante rivolto a bambini e famiglie intitolato “Le Porte”: OrtoTeatro, Cta e Arearea metteranno insieme i loro linguaggi per proporre ai più piccoli un incontro alternativo con le potenti visioni di Dante Alighieri, sarà un sogno tormentato attraverso meandri infernali e gironi danteschi. Fabio Caputo, Cecilia Francesca Croce, Lorenzo Nocentini danzeranno sulle musiche di Violaine Chocard e le coreografie di Marta Bevilacqua. Lo spettacolo sarà arricchito dagli elementi scenici di Serena Di Blasio e Ilaria Bomben e reso ancora più coinvolgente dalla narrazione del contastorie Fabio Scaramucci.

Gran finale per l’undicesima edizione dell’urban dance festival, sempre alla Caserma Filzi (contrada Donato), alle 19.45, sempre alla Filzi dove arriva lo spettacolo di danza contemporanea “Attraverso”, prodotto dalla Compagnia Arearea e realizzato in collaborazione con Dialoghi/Residenze delle Arti Performative a Villa Manin a cura di Css Teatro Stabile di Innovazione del Fvg. Angelica Margherita, Irene Ferrara e Valentina Saggin (che ne è la coreografa) danzeranno sulle musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Mirko Cisilino e Marco D’Orlando. Insieme esploreranno il significato della parola Confine, qualcosa che può dividere, ma attraverso il quale è possibile definire noi stessi e, quindi, gli altri.

Tutti gli appuntamenti saranno a ingresso gratuito, con prenotazione sul sito arearea.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!