Grado, da Isola del Sole diventa Isola del Natale

2 Dicembre 2016

GRADO. Tradizione marinara e celebrazioni natalizie si intrecciano nell’Isola di Grado che da sabato 3 dicembre a domenica 8 gennaio si trasformerà nella ”Isola del Natale” con tante iniziative e intrattenimenti per grandi e piccoli che animeranno tutta la località. Dalla storica e sempre più ricca esposizione dei presepi, a spettacoli, mostre, visite guidate, concerti, degustazioni e quest’anno anche l’esibizione degli Artisti di Strada: è quanto propone il Comune di Grado in collaborazione con le associazioni locali.

Il porticciolo di grado

Il porticciolo di Grado

Si inizia il 3 dicembre con l’apertura della mostra-mercato all’Auditorium San Rocco per proseguire martedì 6 dicembre con l’arrivo di San Nicolò che incontrerà tutti i bambini in centro storico. Il programma proseguirà nelle giornate successive dedicandosi sempre ai bambini con giochi, laboratori, workshop di disegno, caccia al tesoro, spettacoli e animazione, sempre all’insegna del divertimento mentre i Giardini Oransz ospiteranno il tanto desiderato Luna Park con giostre, attrazioni e chioschi che si fermeranno fino all’8 gennaio. Tra gli appuntamenti più significativi il Grado’s Heritage Winter Tales 2016, la Rievocazione storica dell’antica isola di Grado che il 10 e il 18 dicembre animerà il centro storico tra conferenze, suoni, spettacoli, gastronomia e tradizioni gradesi.

Tra le varie cose da fare e da vedere, imperdibile la Rassegna dei Presepi che ogni anno si arricchisce di nuove installazioni – 250 dalle più classiche alle più originali – provenienti da diverse Regioni italiane ma anche dall’estero: Austria, Inghilterra e per la prima volta dall’Istria. Le opere saranno esposte dal 17 dicembre al Palazzo dei Congressi e in centro storico. Tante anche le visite guidate che consentiranno di ammirare le diverse installazioni accompagnati dai tradizionali zampognari, con ritrovo e partenza da Piazza Marin.

“Rispetto lo scorso Natale abbiamo scelto di potenziare il numero di visite guidate ai presepi con l’accompagnamento degli zampognari o delle cornamuse – ci tiene a sottolineare il vice sindaco Matteo Polo – e di concentrare le risorse su una maggiore illuminazione decorativa del porto Mandracchio e di alcune calli del Centro Storico dove si svolgeranno molte delle attività d’intrattenimento che allieteranno grandi e piccini portando musica e colori”.

presepeIl 23 dicembre, alle 20.30, all’Auditorium Biagio Marin torna il tradizionale “Concerto di Natale”, a cura della banda civica “Città di Grado” mentre il giorno della Vigilia di Natale, alle 17.30, per la gioia di tutti i bimbi, arriverà Babbo Natale direttamente dal mare, in riva San Vito, con la tipica “batela” (grazie alle associazioni Grado Voga, Sogit eAdmo). Il 26 dicembre alle 10 tutti alla “Marcia del panettone” una corsa non competitiva di 5 o 12 chilometri, adatta anche alle famiglie con bambini e ai gruppi di cammino, organizzata dall’associazione Pantarei.
A chiudere la giornata, il concerto di “Santo Stefano” in Basilica alle 18.30, con il soprano Clara Spetti e Vincenzo Ninci all’organo, a cura della “Corale Città di Grado”.

Martedì 27 dicembre dalle 15 in piazza Biagio Marin Daiana Orfei incanterà i bambini con uno spettacolo tra clown, giocolieri, giochi di magia e grande illusione. Mentre alle 17.30, sempre in piazza, tanta musica con il concerto del noto trio Les Babettes. Dal 29 al 30 dicembre tra le calli e campielli del centro storico dalle 15 alle 21 ad attrarre grandi e piccini ci penseranno gli incantevoli Artisti di Strada della Compagnia del Carro di Staranzano: una trentina di artisti tra maghi, cantastorie, musicisti giocolieri, acrobati, 3d painting, madonnari e molto altro ancora. Il 31 dicembre tutti in Piazza Marin per la grande festa di fine anno con gli Exes + GT dj in concerto, a cura di Sogit e Admo. Un trenino consentirà un costante collegamento tra il Palazzo dei Congressi ed il centro storico.

Immancabile come ogni anno il concerto del 1 Gennaio al Palazzo Regionale dei Congressi con l’Orchestra da Camera di Venezia diretta dal Maestro Andrea Moro. Il 5 gennaio occhi puntati verso il mare, in attesa dello sbarco delle Varvuole, le leggendarie streghe della tradizione gradese, che arriveranno in porto a bordo delle “batele”. Il Natale a Grado si concluderà domenica 8 gennaio con la Festa della solidarietà. “Molte delle attività introdotte sono state pensate per i bambini – conclude Matteo Polo – e abbiamo potuto realizzarle grazie alle associazioni di volontariato che sono state parte attiva nel percorso di costruzione di questo programma. Ai loro Presidenti ed associati va il nostro particolare ringraziamento per l’impegno che ogni anno offrono per questa e tante altre manifestazioni”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!