Gradito e atteso ritorno: Fmk con incontri, labs e tanti Corti

27 Luglio 2021

PORDENONE. Ritorna a Pordenone, dopo un anno di pausa forzata a causa delle restrizioni Covid, Fmk – International Short Film Festival, il festival di cortometraggi di Cinemazero, che dal 28 al 30 luglio proporrà una selezione dei migliori corti in circolazione, spesso vincitori di premi ai maggiori Festival internazionali. Un appuntamento lungamente atteso dai numerosi appassionati del festival che quest’anno avranno non poche sorprese.

Innanzitutto un cambio di location: per la prima volta Fmk si sposta nella nuova arena estiva di Cinemazero, Uau!, recentemente inaugurata in Via Brusafiera,14 nei giardini “Francesca Trombino”. Innovativa è anche la formula, tutta incentrata sul numero 3: 3 le serate come da tradizione, ma 3 sono anche i laboratori dedicati ai più piccoli la mattina, le masterclasses pomeridiane, le presentazioni di libri e gli eventi musicali: dai dj set prima delle proiezioni e dalle esibizioni live a fine serata. Inoltre, quest’anno Fmk avrà una programmazione giovanissima, dal momento che parte della selezione è fatta da Under25, e la giuria – seppur di chiara fama – ha 33 anni di media, come la maggior parte degli ospiti attesi.

Ospiti che costelleranno le giornate del festival: dal pluripremiato regista, produttore e sceneggiatore friulano Carlo Zoratti, a Giulio Mastromauro, vincitore del David di Donatello nel 2020 per il Miglior Cortometraggio, a Roberto Leoni, sceneggiatore e collaboratore di Jodorowsky, fino alle giovanissime Chiara Dainese, montatrice, Aurora Ovan scrittrice e regista di soli 25 anni, e dall’estero la regista d’animazione Joanna Quinn. Dalle 10 fino alle 23 inoltrate Fmk proporrà attività ed eventi gratuiti per tutti i pubblici e per tutti i gusti per vivere il festival a 360 gradi.

Si inizia mercoledì 28 luglio alle 10 con il laboratorio di Serigrafia in Mediateca a Cinemazero a cura di Eleonora Spizzamiglio, per procedere alle 16, sempre a Palazzo Badini, ma in sala Ellero, con la masterclass Come fare un film a 18 anni di Leonardo Angelotti (regista) e Carlo Zoratti, membro della giuria di questa XVII edizione di Fmk. Alle 18.30 cambio di sede per la presentazione dell’antologia a fumetti A.M.A.R.E. in compagnia di due delle 5 autrici Alice Socal e Roberta Scomparsa. L’incontro sarà nei pressi dell’arena Uau!, vicino al locale Urban Farmhouse. Dopo la presentazione, spazio alla musica con il dj set di Putano Hoffman, vicino al locale Corner, sempre in Via Brusafiera, che ci accompagnerà fino alla proiezione dei corti in programma alle 21.30. L’arena potrà ospitare fino a 100 persone e l’ingresso sarà gratuito e senza necessità di prenotazione e senza l’obbligo di Green Pass.

Durante la serata saranno proiettati i corti selezionati, con uno speciale focus dedicato al periodo appena trascorso, chiamato “figli del lockdown”. Ospite della serata il regista Giulio Mastromauro che presenterà al pubblico Inverno (Timo’s Winter) vincitore del David di Donatello nel 2020. Subito dopo la proiezione, indicativamente intorno alle 22.30, sarà l’esibizione live di Loris e i Tomasella ad accompagnare il pubblico verso la fine della serata. Giovedì 29 luglio la giornata è completamente dedicata all’horror, cifra stilistica di ogni precedente edizione che anche quest’anno viene riconfermata partendo dal laboratorio per i più piccoli, curato dai fumettisti Luca Tonin e Riccardo Pasqual “Mostri del riciclo”. A seguire una “masterclass da brivido” con l’autore e sceneggiatore Roberto Leoni (nella sua carriera ha collaborato con Alejandro Jodorowsky, Michele Lupo, Pasquale Festa Campanile e Luciano Salce) dal titolo Io sono la vittima, ma anche l’assassino, ma anche… Scrivere la suspense.

A mitigare il clima horror ci penserà la comicità tutta Made in Friuli di Mataran, che alle 18.30 sarà ospite di Fmk tra notizie, storie e costumi della nostra regione, riletti nella tipica salsa della redazione della rivista satirica. Alle 21.30, dopo il dj set a cura di Demented Burrocacao, i corti horror – uno degli appuntamenti più attesi a ogni edizione di Fmk – chiuderà la seconda serata del festival, senza dimenticare lo spazio alle esibizioni live, questa volta in collaborazione con InSoffita, della cantautrice dalle tinte elettroniche Aza.

L’ultimo giorno di festival, venerdì 30 luglio, si apre con due laboratori pensati per i più piccoli, tra disegno, collage e tanta fantasia, a cura dell’illustratore per infanzia Alberto Lot: Ha visto la mia coda? e Il grande debutto. Sarà poi Chiara Dainese, montatrice e giurata di questa edizione, a concludere le masterclass in programma di questa edizione con Come si arriva a Cannes? Il montaggio video dalle piccole produzioni ai grandi festival, uno speciale focus dedicato al montaggio cinematografico. Alle 18.30 Pietro Nicolaucich, autore e illustratore, presenterà in arena Uau! il suo Tutte le furie, un libro avvincente che narra di un mistero inestricabile. Dopo il dj set curato dalle eccentriche Zwei Knödel i corti in programma chiuderanno la XVII edizione di Fmk, non prima di averne decretato il vincitore. Infatti, oltre al premio del pubblico, che ogni sera potrà votare il suo corto preferito e al premio Young, dato dai ragazzi dello Young Club di Cinemazero, quest’anno ci sarà anche il Gran Premio della Giuria del valore di 1.000 euro, dato dai già citati Carlo Zoratti, Chiara Dainese e Aurora Ovan.

La partecipazione è libera fino a esaurimento dei posti disponibili. In caso di pioggia le proiezioni e i concerti si terranno in Sala Grande a Cinemazero, le presentazioni di libri in Mediateca di Cinemazero. Per consultare l’intero programma: www.fmk-festival.it

Per info ed iscrizioni scrivere a fmkfestival@cinemazero.it

Condividi questo articolo!