Goethe-Zentrum, imparare il tedesco divertendosi

14 Novembre 2019

Stammtisch

TRIESTE. Proseguono con due date a novembre le attività culturali proposte dal Goethe-Zentrum Triest, da vent’anni punto di riferimento a Trieste (e non solo) per chi vuole imparare e più in generale per chi ama il tedesco. Oltre ai corsi, l’Associazione Goethe-Zentrum Triest organizza, infatti, incontri gratuiti di approfondimento della lingua e della cultura tedesca, con lo scopo di avvicinare i giovani e in generale il pubblico adulto con divertimento e leggerezza nel nome della qualità.

Per essere più vicini alle persone, gli organizzatori propongono gli appuntamenti in diverse caffetterie e luoghi di cultura della città, con lo scopo di sviluppare gli incontri in modo accogliente ed informale. Una novità di rilievo sono gli “Stammtisch”, appuntamenti dedicati alla conversazione, che consentono ai partecipanti di approfondire “sul campo” le proprietà linguistiche e lessicali in modo conviviale e divertente.

Due le prossime date in calendario: venerdì 15 novembre, alle 19, al Knulp di via Madonna del Mare, “Stammtisch – Spieln wir ‘ne Runde?”. Si tratta di una serata conviviale, aperta a tutti gli amanti della lingua tedesca e dei giochi da tavolo; un’occasione per fare due chiacchiere in tedesco, degustare qualche assaggio (dal tè alla birra) e (perché no?) vincere o perdere una partita a ‘Mensch ärgere dich nicht – Non t’arrabbiare’. Tra le 19 e le 21, infatti, si giocherà ad alcuni dei giochi da tavolo preferiti nelle terre germanofone e gioie e dolori si potranno esprimere rigorosamente in tedesco! La conoscenza di base della lingua è gradita e la partecipazione è gratuita; è gradita la consumazione.

Umberto Jacopo Laureti

Venerdì 22 novembre, alle 18.30, alla Casa della Musica / Scuola di Musica 55 di Trieste (via Capitelli) il Goethe-Zentrum Triest propone “Ferruccio Busoni – tra Trieste e Berlino”, concerto-conferenza con il musicista Umberto Jacopo Laureti e con l’interprete Annalisa Piersanti. L’appuntamento intende raccontare, tra musica e parole, la figura di Ferruccio Busoni (musicista fondamentale del panorama mitteleuropeo tra Otto e Novecento) nella sua duplice natura italo-germanica. Il compositore (di madre triestina di origini bavaresi e padre toscano), dopo l’adolescenza trascorsa a Trieste ha fatto di Berlino la sua patria d’adozione. La doppia inclinazione di Busoni tra Italia e Germania si traduce con chiarezza nella sua produzione artistica: tesa alle avanguardie europee, la musica di Busoni vuole integrare le innovazioni con la musica antica italiana, contribuendo al cosiddetto Risorgimento Strumentale italiano. L’incontro sarà anche l’occasione per ascoltare dal vivo alcune pagine di Busoni, Frescobaldi, Respighi, tratti dal nuovo disco “Piano Reinassance” di Laureti.

Umberto Jacopo Laureti è un giovane pianista già affermato, che ha suonato in tutta Europa, nelle migliori sale come Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro La Fenice, Royal Albert Hall di Londra… Si è specializzato nelle migliori Accademie (il Mozarteum di Salisburgo, l’Oxford Piano Festival, l’Accademia Dino Ciani) e ha vinto il primo premio in numerosissimi concorsi nazionali e internazionali; nel 2013 risulta inoltre vincitore assoluto della Nuova Coppa Pianisti.

Info: www.goethezentrumtriest.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!