Gli studenti triestini si distinguono a ‘Solidalmente’

23 Dicembre 2019

UDINE. Giovani e cultura socio-solidale, il binomio vincente di “Solidalmente Giovani”, la manifestazione promossa dal Comitato Sport Cultura Solidarietà si è svolta all’auditorium Zanon con la consegna di € 4.200 in buoni acquisto Sme agli studenti vincitori della 22^ edizione del concorso “La Cultura Sociale e Solidale Vista dai Giovani”, a cui hanno aderito 33 scuole secondarie del Friuli Venezia Giulia. Genitori e figli, sport, giovani e social network, queste le tracce prescelte dagli studenti che in forma di elaborato scritto e video si sono cimentati anche su clima e ambiente, acqua bene comune, solidarietà sociale e vecchie e nuove migrazioni.

Buoni acquisto Sme sono stati consegnati agli autori dei migliori elaborati (18 temi e 4 cortometraggi). Podio tutto triestino per la sezione tema della medie con Maria Vittoria Capaldo della Divisione Julia (elaborati individuali) e la classe 3A della Caprin (elaborati di gruppo). L’invenzione di un gioco sportivo come elemento di aggregazione ha garantito alla 1A del Liceo Buonarroti di Monfalcone il primo premio per il biennio, mentre la stelliniana Giulia Galimi l’ha spuntata per il triennio. Nella sezione cortometraggio ancora podio per la Caprin di Trieste e, per le superiori, Giulia Chiarion del Liceo Percoto. Menzione speciale per la stelliniana Alice Visentini omaggiata da Eddi Gomboso, Vicepresidente di Cafc, per l’elaborato dedicato al tema dell’acqua.

La mattinata, inframezzata dalle esibizioni del liceo coreutico del Collegio Uccellis di Udine, del New Faboulose Circus Copernicus e del Marinelli Gospel Choir, è stata arricchita di contenuti socio-solidali con il video di saluto che il campione paralimpico Andrea Devicenzi, a conclusione dell’ultima impresa ovvero i 1.000 km della Via Francigena percorsi con una sola gamba, ha voluto rivolgere agli studenti e alle persone con disabilità protagonisti del progetto di sport integrato “Dai e Vai”.

“Da ventidue edizioni offriamo ai ragazzi la possibilità di esporre con consapevolezza e creatività le proprie riflessioni su tematiche d’attualità invitandoli, in veste di cittadini del domani, ad influire sulla qualità della vita della comunità”, afferma Giorgio Dannisi, presidente del Comitato Sport Cultura Solidarietà che esprime soddisfazione per la longevità e l’impatto del progetto che ha coinvolto 33 istituti della Regione, passando da Forni di Sopra a Trieste, da San Pietro al Natisone a Brugnera.

Plauso per la bontà dell’iniziativa è stato espresso dal Presidente del Consiglio Regionale Piero Mauro Zanin, dall’Assessore del Comune di Udine Elisa Battaglia e dalla Dirigente Annamaria Pertoldi in rappresentanza del mondo della scuola, che hanno focalizzato l’attenzione sull’importanza di educare le giovani generazioni a comportamenti solidali e alla cittadinanza attiva, rimarcando la disponibilità delle istituzioni a dare ascolto e raccogliere gli stimoli offerti dai giovani per la costruzione di una società sempre più in linea con le loro aspettative. Il progetto è realizzato con il contributo della Fondazione Friuli, con il patrocinio e la collaborazione di Regione, Direzione Regionale della Scuola, Centro Servizi Volontariato e Fish Fvg, a cui si affiancano Cafc e Sme.

Le foto sono di Paolo Sant.

Condividi questo articolo!