Gli studenti esplorano il patrimonio culturale Fvg

21 Febbraio 2019

UDINE. È una vera e propria ‘immersione’ nel patrimonio culturale del Fvg, quella che sta coinvolgendo 35 studenti gli istituti A. Volta, A. Malignani, C. Percoto, B. Stringher e G. Marinelli di Udine. I ragazzi (di 3^, 4^ e 5^ superiore), per un totale di 80 ore (fino a marzo), saranno i protagonisti del progetto di alternanza scuola-lavoro ‘Teen to Teen’. Con questa iniziativa «puntiamo a coinvolgere i ragazzi nella comunicazione del patrimonio culturale del Fvg, attraverso contenuti multimediali da loro stessi realizzati e pensati espressamente per essere condivisi con i loro coetanei» hanno spiegato Renato Rinaldi e Andrea Collavino, ideatori del progetto – realizzato come capofila da Puntozero con La Collina, e sviluppato in collaborazione con l’Erpac – Ente Regionale Patrimonio Culturale, e la Fondazione Pietro Pittini, con il supporto delle Fondazioni Friuli, CrTrieste, Antonveneta e della Banca Monte dei Paschi di Siena, e con la cooperazione della sede regionale Rai e i Civici Musei di Udine e Trieste.

«Il coinvolgimento degli studenti – hanno sottolineato Rinaldi e Collavino – avverrà in parte con lo strumento dell’alternanza scuola-lavoro, (perché vediamo questo progetto come un avvicinamento dei giovani al settore lavorativo della cultura, come possibile professione) e in parte con degli interventi didattici nelle scuole. Il progetto ha il duplice scopo di insegnare ai ragazzi nuove tecniche di comunicazione applicandole alla diffusione del patrimonio culturale e, allo stesso tempo, di avvicinare le istituzioni che se ne curano alla fascia di pubblico più giovane», hanno chiarito.

Gli studenti potranno così vivere in prima persona il ricco patrimonio culturale del Fvg (grazie alla collaborazione con il Museo Etnografico e i Civici Musei del Castello – archeologico e galleria d’arte antica – di Udine) e coinvolgere i loro coetanei, mostrando loro una nuova faccia di quella realtà non sempre conosciuta a dovere e spesso percepita (erroneamente) come ‘vecchia e noiosa’. Attraverso un accurato e strategico piano di comunicazione i ragazzi potranno condividere l’esperienza culturale fatta, lavorare in gruppo, conoscere e apprendere l’utilizzo di tecniche di videomaking, found footage, mashup e animazione.

Per realizzare tutto questo saranno coinvolti nelle attività dei tutor: professionisti ed esperti, a livello nazionale, nel campo della comunicazione e della didattica museale (Matteo de Benedittis, Vincenzo Gioanola, Debora Vrizzi, Marina Rosso, Anna Givani e Donato di Carlo); saranno loro i docenti che guideranno i ragazzi in questa nuova ‘avventura’ formativa. I tre mesi di lavoro saranno narrati anche in un documentario che: «permetterà di dare seguito a questa esperienza anche negli anni a venire poiché pensato come strumento di lavoro», hanno concluso i due ideatori di ‘Teen to Teen’.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!