Gli studenti cividalesi incontrano i piloti della PAN

4 Marzo 2018

CIVIDALE. Offre un elevato contenuto educativo il progetto didattico “A scuola con le Frecce tricolori” promosso dalla Fondazione Friuli in collaborazione con l’Aeronautica Militare che martedì 6 marzo porterà i piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale al Teatro Ristori di Cividale, per un incontro con gli alunni della Scuola Media e del biennio delle Scuole Superiori annesse al Convitto Nazionale Paolo Diacono, e della Scuola Media Elvira e Amalia Piccoli di Cividale. L’incontro avrà inizio alle 11.

La presentazione delle Frecce Tricolori sarà preceduta da alcuni interventi e riflessioni che gli studenti del Convitto esprimeranno ai piloti e agli ospiti presenti. In particolare, gli allievi del biennio del Liceo Scientifico ripercorreranno la storia dell’ingegnere cividalese Antonio Mattioni (Cividale 1880 – Udine 1961), considerato “il padre dell’aeroplano a reazione”. La storia è stata ricostruita attraverso una ricerca condotta su di un libro scritto dal figlio di Mattioni e dal cividalese Vanni Zuliani – che è stato pilota dell’aeronautica militare durante la seconda guerra mondiale – e con l’ausilio delle testimonianze raccolte dai famigliari, non prive di inedite curiosità.

Gli studenti del Liceo Classico andranno alle origini del volo ricordando i versi delle Metaforfosi di Ovidio dedicati al mito di Dedalo e Icaro, completandoli con la proiezione di opere d’arte sul medesimo tema. Anche gli allievi della scuola media daranno il loro contributo con la presentazione di un video e degli aforismi sul volo, accompagnati da proiezioni di evoluzioni della PAN abbinate a opere d’arte e ad altre immagini, per terminare con la lettura di una poesia in inglese sul tema della libertà.

La “botte volante” di Mattioni

Durante l’incontro con i ragazzi, i piloti racconteranno la loro esperienza e sveleranno gli elementi che fanno funzionare una ”squadra perfetta” come la PAN. Dopo la proiezione di un video che racchiude storia ed evoluzione delle Frecce Tricolori e la testimonianza dell’esperienza personale, i piloti saranno a disposizione degli alunni per rispondere a domande e curiosità.

Il progetto “A scuola con le Frecce Tricolori” che giunge all’ottava edizione, è rivolto agli studenti delle scuole medie e delle scuole superiori e coinvolge otto istituti delle province di Udine e Pordenone, dove i piloti della Pan incontreranno i ragazzi per trasmettere loro l’importanza di alcuni valori, quali la determinazione, lo spirito di sacrificio e l’impegno personale per ottenere risultati di successo e tagliare traguardi importanti, non solo nel settore aeronautico ma in tutti gli ambiti della vita.

Il Rettore del Convitto Paolo Diacono Patrizia Pavatti ha osservato: “Siamo orgogliosi di prendere parte a questo progetto perché significa offrire ai nostri studenti un’opportunità rilevante di formazione personale attraverso il confronto con i protagonisti di un’eccellenza italiana. L’esempio ha la forza di trasmettere messaggi importanti, come quelli di cui si fanno portavoce i piloti della PAN. I nostri ragazzi – prosegue la Pavatti – hanno dimostrato sincero interesse e si sono preparati con grande impegno a questo incontro. Hanno preso contatto con i famigliari di Vanni Zuliani per raccogliere informazioni inedite e in effetti hanno scoperto qualche curiosità: sembra che Zuliani fosse passato con un aereo sotto il ponte del Diavolo”.

Condividi questo articolo!