Quando gli orsi invasero la Sicilia… Teatro per bambini

10 Febbraio 2017

GRADO. Vincitore del Premio del pubblico nell’edizione 2015/2016, lo spettacolo “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” torna ad essere ospite, come da tradizione, della rassegna teatrale per la famiglie Piccolipalchi, organizzata dall’Ente Regionale Teatrale in collaborazione con dieci Comuni della regione e con il sostegno della Fondazione Friuli. Lo spettacolo andrà in scena domenica 12 febbraio alle 17 all’Auditorium Biagio Marin di Grado e al termine della rappresentazione la compagnia milanese Idiot Savant/Ludwig verrà premiata per quello che nella passata edizione della rassegna è stato lo spettacolo più amato dal pubblico dei bambini. La compagnia riceverà un’opera dell’illustratrice udinese Luisa Bertolo ispirata allo spettacolo.

Scritta da Dino Buzzati nel 1945, questa favola ci immerge in un mondo al contrario, dove gli animali e gli uomini invertono i loro ruoli, facendo emergere caratteristiche, pregi e difetti degli uni e degli altri. Tutto comincia con la discesa a valle degli orsi guidati dal loro Re Leonzio, alla ricerca del figlio rapito. Per ritrovarlo il re marcia con i suoi orsi laggiù dove vivono gli uomini. Avventure e peripezie hanno inizio fino allo scontro con il vanitoso e nasuto Granduca e con i cinghiali del Sire di Molfetta, trasformati in palloni volanti. Divenuti i signori dell’isola, gli orsi vedono a poco a poco la corruzione insinuarsi nel loro mondo e solo il ritorno alle vecchie montagne assicurerà loro la quiete e la pace.

Ambientato in un mondo remoto e fuori da ogni tempo, la storia è un racconto sull’impossibilità di una pacifica convivenza tra uomini e animali, ma anche una creazione sull’inatteso e sull’imprevedibilità di ciò che accade. Musica dal vivo, canti e narrazioni si mescolano in una messa in scena che ricerca il rapporto diretto con il pubblico e richiama il teatro popolare.

Il prezzo del singolo biglietto è di 6 euro, sono previste agevolazioni per famiglie, insegnanti e abbonati alle stagioni di prosa del Circuito ERT.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!