Gli amanuensi friulani pronti per una stagione di successi

6 Settembre 2016

SAN DANIELE. In quattro anni di vita dallo Scriptorium Foroiuliense di San Daniele e Ragogna sono transitati oltre 450 allievi (l’80% stranieri), specializzatisi a vari livelli e oggi protagonisti di una professione sempre più ricercata. Alla segreteria della Scuola Italiana Amanuensi arrivano continue richieste per la realizzazione di libri, biglietti da visita, alberi genealogici e miniature; arrivano da tutto il mondo, dal Vaticano agli Stati Uniti, dalla Russia ai Paesi arabi, l’ultimo in ordine di tempo uno Sceicco che ha commissionato un Corano da 7 mila euro.

I CORSI IN PARTENZA
Nelle prossime settimane ritorneranno anche i corsi: si parte il 22-23 e 24 Settembre con il Seminario intensivo di Corsivo Inglese, al quale interverranno docenti di fama internazionale, un fine settimana tra carta inchiostro e pennini. Professionisti già affermati interagiranno direttamente con gli allievi mostrando i metodi e i “trucchi” per realizzare testi in Corsivo Inglese. In Ottobre, dal 4 al 27, si passerà invece al Corso di I Livello di Littera Gotica, tra esercitazioni a Pennello ed esecuzione delle lettere minuscole, copiatura di brevi testi, realizzazione di carta, inchiostro e introduzione alla miniatura.

logo expo amanuensi ragognaCorsi durante i quali vengono proposte attività collaterali come visite alle dimore storiche del Friuli o ancora a Biblioteche, e naturalmente all’Opificium Librorum, l’Officina del Libro Antico ospitata all’interno degli spazi del Castello di Ragogna, dove si può compiere un vero e proprio viaggio esperienziale agli albori dell’arte amanuense, ammirando i vari passaggi, dalla realizzazione della carta secondo il metodo fabrianese (acqua e cotone mescolati con il Bamboccio), passando per lo “stendaggio” dei fogli, la preparazione della pergamena e degli inchiostri, sempre secondo la tradizione medioevale.

GLI ACCORDI E LE COLLABORAZIONI
Lo Scriptorium Foroiuliense, riconosciuto ormai come eccellenza della Regione grazie alle partecipazioni di successo a Expo Milano 2015 e al Salone del Libro di Torino 2016, continua anche a rafforzare le sue collaborazioni dentro e fuori i confini regionali: nel luglio scorso per esempio, tenuta a battesimo dalla Giunta regionale del FVG, è stata sottoscritta la Convenzione Quadro con il Consorzio per la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo, attraverso la quale si lavorerà in maniera bilaterale nel settore dell’arte calligrafa antica e l’arte del mosaico. Nel dettaglio l’accordo, della durata di tre anni, prevede un rapporto di collaborazione che comprende i settori dell’arte calligrafa e del mosaico. Più specificatamente, attraverso un’applicazione nei campi della didattica, della pratica, del tirocinio e delle iniziative scientifiche. E in riferimento all’arte calligrafa, di homo faber ha parlato il presidente dello Scriptorium Gianni Sergio Pascoli, in quanto “l’attività amanuense – ha detto – non può essere classificata come un qualcosa di minore, ma come la base di quella piramide che rappresenta la tradizione artigianale e artistica italiana”.

Lo Scriptorium inoltre lavora in sinergia anche con “Aurora Pen” di Torino, uno dei marchi simbolo del Made in Italy per quanto riguarda la produzione di penne stilografiche, promotrice del “Museo del Segno e della Penna”, progetto molto ambizioso per rispondere all’esigenza di recupero della memoria storica dell’azienda e al desiderio di diffondere la cultura della scrittura e del mondo che le ruota attorno.

MEDIOEVO A VALVASONE
Per quanto infine vogliano conoscere da vicino le attività dello Scriptorium, ammirando la bravura dei suoi maestri amanuensi, occorre appuntarsi le date del 9, 10 e 11 Settembre per la nuova edizione di “Medioevo a Valvasone”. L’antico maniero della cittadina della Destra Tagliamento ospiterà la Scuola italiana amanuensi diretta dal maestro Roberto Giurano. In collaborazione con il Museo della carta e della Filigrana di Fabriano (Ancona), realtà inserite nella lista del patrimonio dell’Unesco, nella tre giorni della manifestazione saranno proposte dimostrazioni di scrittura medioevale e come si realizzano le carte fatte a mano e in filigrana.

amanuensi ragogna 2Non solo: si spiegheranno come al tempo si rilegavano i libri, come si facevano gli inchiostri e come si creavano le penne d’oca da scrittura e i calami. Il tutto realizzato con tecniche e modi medievali e naturali. Anche l’arredamento e le attrezzature riprenderanno i manufatti usati nel periodo medievale. Durante le dimostrazioni a cura di maestri amanuensi, legatori e cartulari, spiegheremmo i vari procedimenti e sarà coinvolto il pubblico che potrà portare con sé un piccolo ricordo dell’esperienza. L’evento sarà proposto in castello dove sarà creato un percorso guidato. Il castello inoltre farà da cornice a due mostre davvero uniche: nella Cavana sarà aperta un’esposizione sull’araldica offrendo così al pubblico uno spettacolo sulle antiche e nobili effigi. Le sale gotiche ospiteranno invece una mostra di antichi strumenti musicali.

INFO E CONTATTI
Tutte le info sono a disposizione sul sito www.scriptoriumforoiuliense.it, sulla pagina Facebook Scriptorium Foroiuliense, la mail info@scriptoriumforoiuliense.it, telefoni +39 0432 1636721 e fax +39 0432 1631543 e mob +39 347 530 3063

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!