Giovedì online i ‘fusilaz’ in attesa di vederli a teatro

2 Febbraio 2021

Alessandro Maione e Filippo Quezel (Foto Giulia Agostini)

UDINE. La storia del carnico Basilio e del maniaghese Angelo, passati per le armi il 1° luglio 1916 con l’accusa di “rivolta in presenza del nemico” è la protagonista di “Cercivento”, spettacolo indimenticato di Riccardo Maranzana e Massimo Somaglino che, appena prima delle chiusure dei teatri, era pronto a debuttare in un nuovo allestimento con i giovani Alessandro Maione e Filippo Quezel. La pandemia ha complicato il viaggio di questo spettacolo che, quando sarà possibile, approderà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine – sul cui palco quasi un anno fa era prevista la prima nazionale – e nel Circuito Ert, grazie alla nuova produzione a cura del Teatro dell’Elfo. I protagonisti di “Cercivento” saranno, dunque, gli ospiti della puntata de Il Teatro a Casa tua di giovedì 4 febbraio, alle 18.30 sulla pagina Facebook ERT FVG. Al microfono di Angela Caporale interverranno Carlo Tolazzi (autore di “Prima che sia giorno” da cui è tratto lo spettacolo), Massimo Somaglino, regista di questa nuova versione, Alessandro Maione, Filippo Quezel e Giuseppe Bevilacqua, direttore artistico del Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

Nonostante i rinvii resta forte, infatti, l’esigenza di mettere nuovamente in scena questo testo, già apprezzato dal pubblico del Friuli Venezia Giulia e non soltanto nella stagione 2003/2004 con Riccardo Maranzana e Somaglino nei panni dei due alpini, in una produzione firmata Teatro Club che debuttò al Mittelfest. La vicenda dei “fusilaz”, infatti, è ritornata alla ribalta della cronaca per un disegno di legge – in questo momento fermo in Commissione Difesa del Senato – che dovrebbe finalmente riabilitarli. La storia e l’arte si intrecciano in un’operazione che consente al teatro di tenere viva l’attenzione, evidenziare il proprio valore per la comunità e tramandare la memoria. Tutto ciò grazie al Teatro dell’Elfo che ha voluto cogliere la suggestione di Massimo Somaglino e proporre uno spettacolo che, a distanza di quasi vent’anni dalla prima messinscena, rappresenta anche un significativo passaggio di consegne e conoscenze ai due giovani attori per rappresentare una vicenda ancora irrisolta.

La storia: nell’estate del 1916 un intero battaglione di alpini, il 109°, si rifiuta di attaccare il nemico in pieno giorno sulla cima est di Creta di Collinetta, in quello che agli occhi dei soldati esperti di quelle montagne appariva come un’operazione suicida. Accusati di rivolta in presenza del nemico, i militari vennero condannati a decine di anni di reclusione; per quattro di loro – Silvio Ortis di Paluzza, Basilio Matiz di Timau, Giovanni Battista Corradazzi di Forni di Sopra e Angelo Massaro di Maniago – arrivò la sentenza capitale che venne eseguita all’alba del 1° luglio 1916 dietro il cimitero di Cercivento. Cercivento racconta le ore che portano a quell’alba e i sentimenti di due dei quattro condannati – rabbia, paura, ricordi, umiliazione, disperazione, speranze – in attesa del proprio destino.

Il programma di Il Teatro a Casa tua – uno spazio che accompagna e arricchisce la proposta teatrale del Circuito Ert che conta ben 27 teatri su tutta la Regione, oltre alle iniziative per le famiglie e per le scuole di Piccolipalchi e di teatroescuola – proseguirà la prossima settimana con Claudio Mariotti di Teatro al Quadrato.

Tutte le puntate, dopo la messa in onda, saranno disponibili sui canali Facebook e YouTube ERT FVG: https://www.facebook.com/ERTFVG | https://bit.ly/ERTFVGYouTube

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!