Giornate Fai a Palmanova con visite alle gallerie contromina

23 Marzo 2018

PALMANOVA. Sarà un weekend di sole ad accompagnare le Giornate FAI di primavera 2018. Anche Palmanova, sabato 24 e domenica 25 marzo, aprirà al pubblico i suoi gioielli, permettendo visite guidate alle Gallerie di contromina veneziane del Rivellino. Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 di entrambe le giornate di apertura, i ragazzi dell’Istituto superiore Einaudi Mattei di Palmanova accompagneranno i visitatori alla scoperta di queste gallerie. Il percorso si snoda a partire dal punto di ritrovo presso l’acquedotto di porta Udine all’altezza del semaforo, dove gli Apprendisti ciceroni accompagneranno i visitatori alla volta delle gallerie lungo il percorso che segue il fossato e, qui giunti, alla visita al loro interno.

Adriana Danielis, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Palmanova: “Il progetto Apprendisti Ciceroni nasce dalla volontà di realizzare una collaborazione attiva con le scuole presenti nel Comune, al fine di conoscere e far conoscere i beni culturali della fortezza e sviluppare la coscienza nelle nuove generazioni sull’importanza della salvaguardia e della tutela. Questa attività, avviata dal 2012 è pienamente in linea con quanto richiesto dall’UNESCO nell’attuazione del piano di gestione quale impegno della comunità sulla conservazione e la valorizzazione del bene. Il lavoro svolto dalle scuole con insegnanti volontari e studenti motivati ha permesso in questi anni la realizzazione di percorsi formativi di eccellenza e di accogliere in città diverse migliaia di visitatori con positive ricadute per la vita della città”.

Le visite guidate prevedono gruppi di 25 persone ogni 15 minuti, con partenza da Porta Udine. Per ragioni di sicurezza, per la visita sono richieste scarpe da trekking o similari. Le persone di altezza superiore ai 180 cm saranno dotate di caschetto protettivo. Per informazioni 393 9767525.

Il Percorso di visita attrezzato tra le vie militari della Fortezza attraverso le Gallerie del Rivellino è stato inaugurato lo scorso 29 dicembre. Realizzate dal Provveditore Generale Girolamo Corner, nel 1675, si trovano ad una profondità di 9 m e si snodano per una lunghezza di alcune centinaia di metri, su terreno pianeggiante. La gallerie e i Rivellini servivano a portarsi sotto le posizioni di assedio dell’eventuale nemico per scavare una camera e riempirla di polvere da sparo, così da farle saltare in aria. Così Francesco Tensini, nel 1624: “Il nome delle contramine per se stesso è chiaro, non essendo altro che quella opposizione che si fa contro le mine, che sono cave sotto terra piene di polvere, per mandare in aria le fortezze […] Veramente queste mine sono il maggior inimico che oggidì abbiano le fortezze”. Nel 1645 l’Ufficio delle Fortificazioni di Venezia studiò la possibilità di costruire delle mezze lune, i rivellini appunto, a protezione delle cortine, che erano i punti più deboli del poligono murario.

Dal 2011 Palmanova partecipa alle Giornate di Primavera FAI e dall’anno successivo anche con la presenza degli apprendisti ciceroni. Una quarantina di studenti ogni anno lavorano con insegnanti per approfondire gli aspetti storici ed architettonici vari siti messi a disposizione dalla città al FAI.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!