Giacomo Poretti a Tolmezzo in Chiedimi se sono di turno

14 Febbraio 2022

TOLMEZZO. Giacomo Poretti porta in teatro l’esperienza di 11 anni vissuti da infermiere nelle corsie di un ospedale tra fine anni Settanta e inizio Ottanta. Chiedimi se sono di turno è il titolo del monologo che sarà ospite per tre serate nei teatri del Circuito Ert. Lo spettacolo, diretto da Andrea Chiodi, sarà mercoledì 16 febbraio alle 20.45 al Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo, giovedì 17 febbraio alle 21 al Teatro Comunale di Polcenigo e venerdì 18 febbraio alle 20.45 al Teatro Miotto di Spilimbergo.

Giacomo Poretti (Foto Federico Buscarino)

Non molti sanno che prima di diventare famoso nel mondo dello spettacolo in compagnia Aldo e Giovanni, Giacomo ha dapprima lavorato in fabbrica e poi come infermiere per oltre 10 anni. Quell’esperienza, a distanza di trent’anni, è diventata un libro – Turno di notte, edito da Mondadori e presentato durante l’ultima edizione di Pordenonelegge – e uno spettacolo teatrale. Il protagonista del monologo aveva immaginato per sé un avvenire radioso come calciatore, astronauta o avvocato di grido; ma la sorte è a volte sorprendente – talvolta bizzarra, quasi sempre misteriosa – e gli ha messo in mano una scopa di saggina.

Partito dai bagni, finirà sulla scrivania del Caposala, dopo un vorticoso viaggio per tutti i reparti dell’ospedale, attraverso letti da rifare, suore, dottori, malati veri e immaginari, speranze di guarigione e diagnosi che spengono i sorrisi, sempre in compagnia di due amici fidati: la scopa di saggina e il ’pappagallo‘. Il pappagallo è lo strumento detestato da tutti in ospedale: chi lo deve usare, chi lo deve pulire, il Primario che non lo vuole vedere e i parenti che lo vogliono occultare. Attraverso il pappagallo, però, passa tutta l’umanità, tutta la delicatezza, tutta la vergogna e il rispetto di quando si ha bisogno d’aiuto e di qualcuno che tenga compagnia alla nostra fragilità.

Informazioni contattando Palazzo Frisacco di Tolmezzo (0433 41247, candonifrisacco@gmail.com), il Teatro di Polcenigo (0434 74001, teatro.polcenigo@gmail.com) e l’ufficio Cultura di Spilimbergo (0427 591116, cultura@comune.spilimbergo.pn.it). I biglietti per la data di Spilimbergo sono disponibili anche sul circuito Vivaticket. Maggiori informazioni sullo spettacolo al sito ertfvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!