Gabriele Mitelli presenta il nuovo cd a San Vito Jazz

16 Marzo 2017

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Secondo appuntamento con San Vito Jazz, la rassegna giunta all’11a edizione, ideata e diretta da Flavio Massarutto e realizzata da Comune ed Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia con il sostengo di ATAP. Dopo l’esordio con Reflettiva!, il progetto originale di Zlatko Kaučič con Bruno Cesselli e il featuring di Alexander Balanescu, la rassegna presenta ancora una serata all’insegna delle novità. Il trombettista Gabriele Mitelli con il suo quartetto formato da Enrico Terragnoli (chitarra elettrica), Gabrio Baldacci (chitarra elettrica baritono) e Cristiano Calcagnile (batteria) ha appena dato alle stampe un nuovo album che suonerà, con l’addizione del sax tenore di Ken Vandermark, sabato 18 marzo all’Auditorium Centro Civico a partire dalle 21.

Gabriele Mitelli

Pedaliere, filtri, effetti elettronici dipingeranno un viaggio che da Sun Ra giungerà ai C.S.I. di Giovanni Lindo Ferretti in una serata dedicata al jazz elettrico. “Per qualche ‘purista’ – spiega il direttore artistico di SVJ, Flavio Massarutto – questa tipologia di jazz è ancora tutta da digerire, noi invece crediamo che faccia stabilmente parte della grande famiglia allargata del jazz”. Il nuovo disco di Mitelli nasce ascoltando tanta musica e costruendo i brani in funzione degli artisti che con lui hanno interpretato le composizioni. Tanta elettronica, pochi assolo, un disco e un concerto che si possono definire d’insieme. Mitelli suona le cornette, la pocket cornet e il genis, un flicorno contralto che si avvicina per sonorità al corno. Gli strumenti utilizzati hanno già una storia, una personalità e una sonorità particolare e contribuiscono a rendere unico il disco e il progetto dell’artista bresciano.

Ken Vandermark

A San Vito, come detto, al quartetto si unirà Ken Vandermark (Rhode Island, 1964), musicista di punta dell’avant di Chicago, uno dei sassofonisti e compositori più attivi sulla scena del jazz creativo da ormai una ventina di anni. Musicista a suo modo di culto, Ken Vandermark è un instancabile costruttore di ponti, tra la grande tradizione nera e la ricerca di oggi, tra America e Europa, tra improvvisazione e composizione contemporanea.

SanVitoJazz si chiuderà domenica 26 marzo con un omaggio al soul jazz di un quartetto di vere stelle: The William Parker Organ Quartet nel quale al fianco del mostro sacro della scena newyorkese, si esibiranno il pianista Cooper Moore, il batterista Hamid Drake e il sassofonista Brandon James Lewis.

Tutti gli appuntamenti inizieranno alle 21 all’Auditorium Centro Civico. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio IAT allo 0434.80251 o all’indirizzo iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com, oppure l’Ufficio beni e attività culturali del Comune allo 0434.833295.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!